Ascoltaci online

ascolta la nostra radio in streaming

Adotta una mucca (a distanza), è boom: migliaia di richieste

In provincia di Belluno una Cooperativa ha lanciato questa iniziativa: si paga un contributo e ogni mese si ricevono burro e formaggi.

Nel panorama di crisi creato dal Covid-19, emergono oramai da settimane iniziative creative che denotano la capacità, tutta italiana, di far fronte alle necessità con un piglio creativo. Ancor più nell’enogastronomia, dove il fattore umano è determinante. E così dopo i cacio bond, nasce una nuova iniziativa volta ad aiutare dei produttori in difficoltà, e nasce sempre nel settore caseario. Si chiama “Adotta una mucca“: cliccando su questo link si accede alla pagina della Cooperativa Peralba di Costalta, provincia di Belluno, che ha lanciato il progetto: per ogni adozione a distanza, ce ne sono di varie tipologie e prezzi, il cliente si vedrà arrivare a casa un pacco con tutte le varietà di formaggio prodotte con il latte dell’animale prescelto. Un’idea simpatica, che ricorda in parte i già rodati “adotta un filare“, e che ha avuto un immediato successo: la cooperativa è stata sommersa da migliaia di richieste e per questo mese le mucche dell’allevamento sono già state tutte “adottate”. Ma si riparte il mese prossimo.

Adotta una mucca (a distanza) e guadagna latte e formaggio

“Adottando una delle nostre Mucche – dicono dalla Cooperativa – ci aiuterai a continuare la nostra attività in questo bellissimo ma difficile territorio, con la tua adozione noi potremo continuare ad accudirla al meglio, a darle solo alimenti di alta qualità e potremo continuare a fargli produrre il nostri buonissimi prodotti caseari”. Un progetto lineare nella realizzazione, che punta a valorizzare il territorio e a sostenere i piccoli produttori tramite un sistema economico semplice e una simpatica idea di marketing di base: gustare i prodotti della nostra mucca. Un’immagine bucolica e romantica, ancor di più per la maggior parte della popolazione che vive in città, ben lontano dai pascoli di montagna, sia fisicamente che culturalmente. Per ogni mucca adottata il cliente riceverà “un attestato di adozione con la descrizione, i dettagli anagrafici e la sua foto, potrai sapere quando la tua Mucca quando sarà al pascolo in estate, in una delle meravigliose malghe della Val Visdende, ma soprattutto, per ringraziarti del tuo gesto, ogni mese ti manderemo una selezione di quello che Lei ha prodotto”. Dal produttore – in senso strettissimo – al consumatore.

I pacchetti proposti dalla Cooperativa Peralba sono tre. Il pacchetto base, che prevede l’adozione per un solo mese al costo di 39 euro, permette di ricevere “mezzo chilo di burro, quello giallo che non trovi più, quello artigianale per capirci. Un chilogrammo di Formaggio Latteria, più o meno stagionato, a seconda di quando adotti la tua Mucca e una buonissima caciotta da un chilo prodotta e marchiata dalla Cooperativa Peralba Costalta”. Prodotti in linea con l’andamento delle stagioni, che si diversificano ancor di più se si passa al pacchetto da sei mesi (219 euro) o a quello annuale (409 euro), che permette di “sentire con il tuo palato dove la tua Mucca è stata, se nella stalla a mangiare fieno o negli alpeggi a nutrirsi di erba e fiori”.