Ascoltaci online

ascolta la nostra radio in streaming

La Grecia apre ai turisti di 29 Paesi dal 15 giugno: Italia esclusa

La Grecia accoglierà, a partire dal prossimo 15 giugno, i turisti provenienti da 29 Paesi, ma non dall’Italia. A riportarlo, dopo le anticipazioni di stampa sul quotidiano Khatimerini, è stato il ministero del Turismo, secondo quanto riportato dall’agenzia Reuters.

La lista dei 29 Paesi ammessi dopo aver allentato le misure di lockdown imposte per contenere la diffusione del coronavirus è così composta: Albania, Australia, Austria, Nord Macedonia, Bulgaria, Germania, Danimarca, Svizzera, Estonia, Giappone, Israele, Cina, Croazia, Cipro, Lettonia, Libano, Lituania, Malta, Montenegro, Nuova Zelanda, Norvegia, Corea del Sud, Ungheria, Romania, Serbia, Slovacchia, Slovenia, Repubblica Ceca e Finlandia.

La lista sarà aggiornata prima del 1 luglio, ha detto il governo.

Il ministero ha detto che i turisti saranno testati — a campione — e che il governo monitorerà e valuterà in modo costante l’evoluzione dei contagi — riservandosi di adottare misure più restrittive.

La Grecia dipende per circa il 20 per cento del suo prodotto interno lordo dal turismo. Lo scorso anno, i turisti sono stati circa 33 milioni, per un giro d’affari di 19 miliardi di euro.

I casi di coronavirus registrati nel Paese sono stati meno di 3.000(qui Andrea Nicastro spiegava il perché), ma il lockdown ha di fatto azzerato, finora, l’arrivo di turisti (qui un approfondimento firmato da Federico Fubini).