Salento: tra mare, luoghi, arte e tradizioni

Il Salento è una terra splendida che negli ultimi decenni è stata rivalutata soprattutto in virtù della sua bellissima costa e delle sue splendide acque.
Il Salento è una terra straordinaria, non solo attraente per la costa ed il mare, ma anche per i suoi piccoli borghi da scoprire lentamente, passeggiando in luoghi incontaminati, perdendosi tra i sapori della cultura enogastronomica.
Una vacanza nel Salento regala grandi emozioni, splendide città da vedere, spiagge e mare cristallino, talmente belli da farli paragonare alle bellezze naturalistiche delle Maldive.
Il Salento chiamato anche con il nome di penisola salentina, il “tacco d’Italia”, è quel lembo di terra in Puglia a metà tra Mar Ionio e Mar Adriatico, dove la natura è la padrona indiscussa.
Fanno parte del Salento l’intera provincia di Lecce, parte di Taranto e quasi tutta quella di Brindisi.

LE CITTA’

Lecce
Tutto il suo centro storico è di impronta principalmente barocca ed in ogni angolo si può scorgere un bel particolare, sia che si tratti di un’intera facciata o di un solo balcone, in ogni caso passeggiando per le belle vie del centro non potrai fare a meno di alzare la testa all’insù.

Diverse piazze, vie e chiese sono di grande interesse artistico ed una volta giunti nel cuore del centro storico non avrai difficoltà ad orientarti, prendendo come punto di riferimento la bella piazza centrale di Sant’Oronzo, il vero salotto cittadino.
Lecce ha numerosissime chiese di grande pregio artistico ed architettonico e tra tutte le più consigliate sono: il Duomo, la Basilica di Santa Croce, la Chiesa dei Santi Nicolò e Cataldo,una delle più antiche,nel cimitero della città, l’Abbazia di Santa Maria di Cerrate, fuori dal centro, lungo la strada provinciale che collega Squinzano a Casalabate.
Per gli appassionati di storia una tappa obbligata sarà l’anfiteatro romano, che tra l’altro nel periodo estivo ospita rappresentazioni teatrali e concerti al chiar di luna. Uno dei simboli della città è il Castello di Carlo V, bella struttura fortificata eretta con funzioni di difesa del territorio.
Oggi ospita la Sede dell’Assessorato alla Cultura e nei suoi ampi e decorati saloni vengono allestite mostre temporanee ed iniziative culturali di vario genere.

Gallipoli
Con il borgo antico adagiato su un isolotto e collegato alla parte più nuova della città da un ponte in muratura, rimarrete sicuramente affascinati dalle chiese e dalle facciate delle antiche dimore storiche.

… e il vostro sguardo verrà rapito dai negozietti di artigianato tipico che colorano le strette vie.

Otranto
Un mix perfetto tra passato e presente, dove scoprire il grazioso centro storico fatto di strette viuzze ed interessanti edifici antichi.


Di particolare interesse è il Castello Aragonese, visitabile internamente e sede spesso di mostre temporanee ed eventi culturali. Inoltre molto suggestiva è la Cattedrale, dove verrai colpito dallo stravagante Albero della Vita e dalle centinaia di crani esposti dietro a teche di vetro, ricordo della strage compiuta nel 1480 dai Turchi sbarcati ad Otranto per conquistarla.

IL MARE E LE SPIAGGE

Porto Cesareo
Partendo dalla Costa Ionica vogliamo subito consigliarti la zona di Porto Cesareo, ed in particolare la Baia di Torre Lapillo, con sabbia finissima ed acque limpide e poco profonde.


Porto Selvaggio
Spostandosi poco più a sud sarà d’obbligo una visita alla spiaggetta rocciosa di Porto Selvaggio, costituita da una piccola insenatura naturale immersa tra bellissimi boschi di macchia mediterranea.


Gallipoli
Sempre sul versante Ionico si trova la località di Gallipoli, dotata di spiagge molto belle,alcune attrezzate e molto curate, altre invece lasciate alla natura selvaggia, ma in ogni caso molto suggestive.
Tra tutte ti segnaliamo in particolar modo la Baia Verde, dove dune di sabbia con ciuffi di vegetazione sono lambite da acque cristalline. Il lido attrezzato saprà garantirti ogni comfort e varie possibilità di divertimento.

 

Torre San Giovanni e Pescoluse
Scendendo nella parte più più a sud del Salento, tra le rinomate località balneari di Gallipoli e Santa Maria di Leuca, vi è Torre San Giovanni, attrezzata con stabilimenti balneari, e la località di Pescoluse, conosciuta anche come “le Maldive del Salento”. Entrambe sono costituite da sabbia molto fine ed il mare è semplicemente spettacolare!

 

Baia dei Turchi
Passando ora sul versante Adriatico della penisola salentina non possiamo che consigliarti la deliziosa Baia dei Turchi, nei pressi della splendida cittadina di Otranto.
Si può raggiungere dopo una breve passeggiata in mezzo ad una pineta e lo spettacolo che ti comparirà dinnanzi non potrà che lasciarti senza fiato!

 

Acquaviva di Marittima, Porto Badisco e Torre dell’Orso
Altre spiagge molto suggestive e sicuramente consigliate nel versante Adriatico sono quella di Acquaviva di Marittima, Porto Badisco e Torre dell’Orso, tutte con acque azzurre, cristalline e suggestiva vegetazione che fa da cornice ad ognuna di esse.

 

PRODOTTI TIPICI E ARTIGIANATO

Il Salento offre prodotti tipici provenienti dal mare, uniti ai frutti raccolti dalla terra. I piatti che ne vengono fuori sono genuini, fatti di ingredienti semplici, arricchiti dalle tante erbe aromatiche che qui crescono rigogliose grazie al clima mite.
L’olio extra vergine d’oliva è uno degli ingredienti d’eccellenza utilizzato un po’ in tutti i piatti, impiegato per condire le verdure, sempre presenti nella tavola insieme ai legumi.
Tra le specialità salentine è doveroso assaggiare il rustico leccese, formato da 2 dischi di pasta sfoglia farcita con pomodoro, mozzarella, besciamella, pepe e noce moscata.
Sfiziosa è anche la puccia, una sorta di pane spesso farcito con olive, rigorosamente non denocciolate.
Passando dalla terra al mare, uno dei piatti più amati è a base di lumachine, anche se in realtà in tutte le località della costa potrai mangiare ottimo pesce fresco di giornata a prezzi molto accessibili.
Se sei goloso, nel salentino troverai una gran varietà di dolci di cui molti a base di pasta di mandorle.

E’ d’obbligo un buon bicchiere di vino, scegliendo tra le eccellenza del territorio, quali il Negramaro, il Salice Salentino ed il Primitivo di Manduria solo per nominare i più rinomati vini autoctoni salentini.
Passeggiando per le vie di una delle cittadine salentine, non di rado si potranno vedere degli artigiani a lavoro di fronte alle loro botteghe, che creeranno proprio sotto ai tuoi occhi il souvenir della tua vacanza.

La Pasqua in Salento

Le rappresentazioni della Settimana Santa sono imperdibili per chi arriva in Salento, perché rievocano quella che fu la Passione e la Resurrezione di Cristo. Processioni, via Crucis, rappresentazioni della lavanda dei piedi, sepolcri: ogni paese, anche il più piccolo, vive la Pasqua in maniera molto sentita.

Molte e importanti sono le processioni che vengono svolte in tutti i paesi salentini, dove oltre all’esposizione del Corpo di Cristo Morto, vi è dietro a piangerlo, l’immagine sacra della Madonna Addolorata. Da ricordare fra tutte la bella e suggestiva processione che si svolge a Gallipoli.
Nella maggior parte dei paesi del Salento i riti iniziano il lunedì e si protraggono fino al sabato, quando a mezzogiorno, il festoso scampanio annuncia la resurrezione di Cristo. Mentre la mattina del giovedì le campane sono mute e le funzioni religiose sono annunciate dal suono sordo delle “Trenule”. Durante la giornata si preparano e si allestiscono i sepolcri.
Una consuetudine ancora in molto in uso è di utilizzare nei sepolcri il così detto “piattu pe lu sibburcu”, un piatto per il sepolcro, formato da grano germogliato al buio, riprendendo così un’antica tradizione che altro non è che la trasposizione del mito di Adone che moriva e rinasceva ogni anno.
Molto suggestive e interessanti sono le processioni del venerdì santo che sono rappresentate nella maggior parte, se non in tutti, i paesi del nostro Salento.

Caratteristica è anche la processione del sabato mattina a Galatina per la grande partecipazione della gente che a migliaia si riversa nelle strade della cittadina. La processione è costituita da vari elementi fra i quali c’è da segnalare le varie confraternite, tutte con abiti di diverso colore e spesso incappucciati. Tra i vari personaggi da ricordare c’è sicuramente la “quaremma” che nella tradizione popolare è rappresentata da una vecchietta con la conocchia in mano ed un’arancia amara con sette penne infilzate. Questo fantoccio viene appeso al camino all’inizio della quaresima ed ogni settimana si sfila una penna dall’arancia, l’ultima penna viene sfilata a Pasqua, giorno in cui la quaremma si butta nel fuoco. In alcuni paesi del Salento, la si cosparge di liquido infiammabile, le si mette “na batteria in culu” (una serie di petardi nel didietro), e le si da fuoco facendola saltare in aria disintegrandosi, tra l’allegria di tutti.

Importante tradizione popolare era il così chiamato “Santu Lazaru” altro non era che una serie di serenate cantate in rima, che nei paesi della Grecia Salentina diveniva la Passione di Cristo in griko. Cantata per strada da dei cantastorie con sulle spalle un ramo d’ulivo benedetto la domenica che precede la Pasqua, la domenica delle Palme. Altra tradizione è che le palme benedette, simbolo di pace, venivano apposte nello spazio vuoto di un quadro posto dietro al letto matrimoniale oppure dietro la porta d’ingresso della casa, questo veniva fatto per tenere lontano le malattie.

La domenica, poi, è il giorno della resurrezione: in un tempo non molto antico, si aspettava la messa della resurrezione per far benedire le cuddhure, che è un tipico pane pasquale con le uova. Tradizione vuole che non si possa mangiare una cuddhura non benedetta e, pertanto, era un obbligo morale anche per i non credenti andare a messa per ricevere la benedizione..

Carnevale in Puglia – Le tradizioni di Putignano

È una delle celebrazioni più antiche: il Carnevale di Putignano ha inizio nel 1394, e da allora il piccolo borgo della Murgia barese ha saputo mantenere intatti vigore e folclore della festa. Tutto ha origine oltre sei secoli fa, quando, secondo la leggenda, l’Ordine dei Cavalieri di Malta decise di trasferire le reliquie di Santo Stefano a Putignano: con l’arrivo delle spoglie, i contadini abbandonarono il lavoro nei campi e cominciarono a decantare in dialetto versi popolari, dando così vita al primo Carnevale del luogo. Caratteristica principale della festa è la sua lunga durata: si comincia, infatti, il giorno di Santo Stefano, il 26 dicembre, con l’accensione del cero tradizionale in segno di perdono dei peccati, e la festa delle Propaggini, incentrata sulla recita satirica in dialetto locale, messa in scena dai cosiddetti propagginanti.

Continua a leggere...

13/11 Giornata della gentilezza. Dire grazie o dare una carezza, il valore grande di piccoli gesti virtuosi

La gentilezza sta nei piccoli gesti, in quel modo di essere e relazionarsi con gli altri con la massima umanità. Il 13 novembre ricorre la Giornata mondiale della gentilezza, una ricorrenza nata dall’iniziativa di gruppi umanitari e dalla loro Dichiarazione della gentilezza risalente al 13 novembre 1997, ricorrenza osservata dal 1998 da Canada, Giappone, Australia, Nigeria, Emirati Arabi Uniti, -dal 2009- da Italia, India e Singapore e dal 2010 da Gran Bretagna. Sono stati i giapponesi a promuovere questa iniziativa: la giornata è nata in Giappone grazie al Japan Small Kindness Movement, fondato nel 1988 a Tokyo, dove due anni prima si era costituito un primo gruppo di organizzazioni riunito nel World Kindness Movement (Movimento mondiale per la Gentilezza).

Una giornata non cambia gli stili di vita è chiaro ma ha il valore di accendere una luce per riflettere sull’importanza della gentilezza e sul circolo virtuoso che innesca. Compiere un atto gentile ci rende, infatti, più felici. Chi è felice tende poi a sua volta a essere gentile con gli altri. Dire grazie, prego, scusa, per favore va infatti al di là della buona educazione per diventare atteggiamento e modo di essere.

Continua a leggere...

Così la fibra ottica può avvisarci del terremoto in anticipo”: l’intuizione dello studio diretto da un italiano

Una ricerca realizzata presso l’università californiana di Stanford, ma guidata da un docente italiano, Biondo Biondi, potrebbe rivoluzionare la storia dell’analisi sismica: uno strumento molto diffuso come la fibra ottica, grazie alla velocità di trasmissione di dati pari a quella della luce, potrebbe addirittura segnalare l’arrivo di un terremoto con qualche minuto di anticipo.

Come riporta anche Agi, il docente di origini italiane ha spiegato che grazie alla fibra ottica i ricercatori sono riusciti a rilevare diversi movimenti tellurici avvenuti in un’area sismica come la California, ma anche il devastante terremoto che ha colpito il Messico quasi due mesi fa: «Usando la rete di fibre ottiche preesistenti, che circondano la nostra università possiamo ascoltare continuamente, e bene, la Terra». Monitorare i terremoti è molto semplice: essendo posta nel terreno, la fibra ottica ‘registra’ ogni scossa sotto forma di interferenze, la cui analisi consente di ricavare informazioni in tempo reale su intensità e direzione del movimento sismico.

Continua a leggere...

Ocse: “In Italia pochi laureati (sotto media di 10 punti), poco preparati e bistrattati”

“Solo il 20% degli italiani tra i 25 e i 34 anni è laureato rispetto alla media Ocse del 30%”. Così il rapporto Ocse sulla ‘Strategia per le competenze’. Inoltre “gli italiani laureati hanno, in media, un più basso tasso di competenze” in lettura e matematica (26esimo posto su 29 paesi Ocse). Non solo, quelli che ci sono non vengono utilizzati al meglio, risultando un pò ‘bistrattati’. L’Italia è “l’unico Paese del G7″ in cui la quota di lavoratori laureati in posti con mansioni di routine è più alta di quella che fa capo ad attività non di routine.

“Attualmente l’Italia è intrappolata in un low-skills equilibrium, un basso livello di competenze generalizzato”. “I lavoratori italiani possiedono un basso livello medio di competenze e hanno, rispetto a quanto avviene in altri paesi, minori probabilità di utilizzare specifiche competenze cognitive, che sono importanti nella performance dei lavoratori e delle imprese. Queste carenze si ritrovano anche tra laureati italiani”. Ma “l’Italia è anche caratterizzata da significativa eterogeneità; i migliori lavoratori italiani hanno, in diverse aree di competenza, un livello pari a quello dei più qualificati lavoratori degli altri paesi del G7. In particolare, nel confronto con gli altri Paesi i lavoratori italiani mostrano buoni livelli di competenza riguardo alla ‘rapidità d’apprendimento e problem solving’. Ciò suggerisce che, in Italia, politiche mirate di istruzione e formazione della forza lavoro, che siano anche coordinate tra di loro, potrebbero favorire un miglior (più intensivo) uso delle competenze elevate sul posto di lavoro”, sottolinea l’Ocse. Ad ogni modo, “più alti livelli di competenze contribuiranno ad una crescita più forte e più stabile solo se le imprese saranno capaci di usare pienamente ed efficacemente le competenze a loro disposizione”.

Continua a leggere...

Negramaro tra speranza e dolcezza nel nuovo singolo

Il 17 novembre arriva il nuovo e attesissimo album dei Negramaro. Intanto Giuliano Sangiorgi e la band torna in radio venerdì 6 ottobre con “Fino all’imbrunire”, il primo singolo del nuovo disco di inediti per Sugar. Il brano è un viaggio elettro-rock dal ritmo travolgente. Nelle parole piene di speranza e dolcezza anche un featuring inedito e familiare della piccola Maria Sole Sangiorgi, nipote di Giuliano.

Continua a leggere...

LʼOnu: la fame nel mondo cresce, colpito lʼ11% della popolazione

Nel 2016 la fame ha colpito 815 milioni di persone. Questo significa che l’11% della popolazione globale vive in una condizione di povertà estrema e non riesce a permettersi i beni di prima necessità come acqua e cibo. Il dato emerge dal rapporto “The State of Food Security and Nutrition in the World 2017″ a cura delle agenzie dell’Onu Fao, Ifad e Wfp. Lo studio rileva che i 38 milioni di affamati in più rispetto al 2015 “si devono in gran parte alla proliferazione di conflitti violenti e agli shock climatici”.
Il trend negativo si registra in particolar modo nell’Africa subsahariana, nel Sud-est asiatico e nell’Asia occidentale. Secondo il rapporto dell’Onu a causare l’aumento della fame nel mondo è soprattutto la proliferazione dei conflitti, infatti è decisamente peggiorata la situazione nelle zone di guerra. Tra le cause anche gli eventi climatici disastrosi che hanno afflitto il nostro pianeta negli ultimi anni.

Sembra allontanarsi l’obiettivo fissato nell’Agenda per lo Sviluppo sostenibile firmato nel 2015 dai paesi dell’Onu: un mondo senza fame e malnutrizione entro il 2030. Al giorno d’oggi infatti ancora 155 milioni di bambini sotto i cinque anni sono sottosviluppati. Mentre un terzo delle donne in età fertile soffre di anemia, di conseguenza ciò mette a rischio la salute e la nutrizione di molti bambini.
Le reazioni”Questa situazione è il frutto di un vergognoso fallimento dei leader e delle istituzioni internazionali – dichiara Winnie Byanyima, direttore esecutivo di Oxfam International – Il terreno che avevamo faticosamente conquistato in anni di lotta alla fame si può perdere facilmente: oggi ne abbiamo la prova. Centinaia di milioni di persone al mondo soffrono la fame, mentre una manciata di multimiliardari continuano ad accumulare più ricchezza di tutti noi messi insieme. E’ il paradosso inquietante di fronte al quale siamo”.

Continua a leggere...

Alleanza di sapori tra Salento e Campania: nasce il “BabàSticciotto”

Una creazione nata dalla voglia di unire i due “must” della tradizione dolciaria salentina e partenopea, il pasticciotto e il babà, nel laboratorio de “Le Mille Voglie” a Specchia.

Il gemellaggio tra Salento e Campania continua a regalare nuove e gustose sorprese. Domenica 6 agosto, alle ore 20.30, in piazza Mazzini, “Lecce Pizza Village” presenterà al pubblico il “Babàsticciotto”, una dolce creazione nata dalla voglia di unire i due “must” della tradizione dolciaria salentina e partenopea, il pasticciotto e il babà.

Per l’occasione saranno presenti in piazza gli autori di questa delizia: il pastry chef salentino Giuseppe Zippo, titolare della pasticceria “Le Mille Voglie” a Specchia, già premiato per aver realizzato il miglior panettone tradizionale d’Italia, ed il pasticcere napoletano Gianluca Giugliano, originario di Pianura.

Come nasce questo dolce? “Si tratta di un pasticciotto al ripieno di babà – spiega Giuseppe Zippo – ed è un’idea nata quasi per gioco, durante uno scambio di battute con l’amico e collega Gianluca Giugliano. Scherzando un po’ con lui su quale fosse la migliore tradizione pasticcera tra quella salentina e napoletana, abbiamo convenuto che sono entrambe davvero straordinarie. Da qui l’idea di unirle per creare qualcosa di nuovo…ed è venuto fuori il babàsticciotto”. La ricetta è semplice, almeno secondo i due pasticceri. “La base – svela Zippo – è quella del pasticciotto tradizionale leccese, ma al suo interno insieme alla crema pasticcera si aggiungono due pezzi di babà imbevuto al rum”.

Continua a leggere...

Natale a luglio: stasera degustazione di panettoni a Parma

L’appuntamento è alle 20 in Piazza Garibaldi dove i più grandi Maestri Pasticceri d’Italia saranno pronti ad accogliere tutti i curiosi e soprattutto gli affamati. Sarà infatti possibile assaggiare ben 60 tipologie di lievitati, tutti accomunati da una caratteristica precisa: saranno, infatti, tutti rigorosamente artigianali.
“Fa’ che ti emozioni se vuoi fare emozionare”, è il motto di Luca Cantarin della Pasticceria Marisa, allievo di Paco Torreblanca, ospite della serata: il lievito madre per lui è quindi emozione. Paco Torreblanca riceverà questa sera il premio alla carriera come “Miglior Panettone fuori dall’Italia”: il maestro è infatti tra i più innovativi pasticceri del mondo e nei suoi tre decenni di carriera vanta premi quali “The Best Pastry Chef for Restaurant Desserts in Spain” nel 2004 e uno alla professionalità da Academy of Gastronomy due anni dopo. È stato capace di rivoluzionare la pasticceria spagnola con la sua attività Pasteleria Totel a Elda (Alicante), dopo aver trascorso nove anni in terra francese. Oggi è invece un consulente e anche autore di sei libri, due dei quali premiati con il titolo di “Best Pastry Book of the World” dai Gourmand World Cookbook Awards nel 2003 e nel 2006.

Continua a leggere...

Estate, arrivano assicurazioni per cani e gatti in vacanza

Sono 5 milioni le famiglie italiane che ogni anno trascorrono le vacanze insieme agli amici a quattro zampe, e le compagnie assicurative hanno cominciato a proporre polizze anche per gli animali domestici. Il sito Facile.it ha cercato i prodotti più curiosi dedicati a cani e gatti in vacanza.

L’RC auto che gli automobilisti devono pagare tutela i passeggeri del veicolo, ma non gli animali. L’assicurazione per questi costa mediamente 15 euro all’anno. Si può ottenere il rimborso delle cure fino a 250 euro in caso di ferimento e di 600 euro in caso di morte.

Con le polizze di “assistenza in viaggio”, del costo di circa 110 euro, si può usufruire dell’assistenza di una centrale operativa gestita dalla compagnia che farà da intermediario per selezionare le strutture pet friendly, prenotare i biglietti e, se necessario, informare l’assicurato di quali siano le normative che regolamentano trasporto e soggiorno dell’animale nella nazione che si intende visitare.

Continua a leggere...

2 anni senza di te,Ivan …Alla ricerca della verità! Indignazione del generale Garofano”Totale mancanza di indagini”

Caso Ivan Ciullo. Nessuna risposta alle tante domande dei genitori sulla scomparsa del giovane dj acquarichese, morto apparentemente suicida il 21 giugno di due anni fa. Forte indignazione per la quasi totale assenza di indagini svolte finora. “Io veramente rimango indignato di fronte a questa superficialità, a questa totale mancanza di indagini che andava fatta comunque in itinere, anche attraverso la conservazione dei reperti, che abbiamo visto, scandalosamente essere stati eliminati. Diventa davvero difficile giustificare tutto questo” a parlare stavolta è il generale dei R.I.S. Luciano Garofano, dagli studi televisivi della nota trasmissione “Quarto Grado”, che venerdì scorso ha ospitato mamma Rita e papà Sergio dedicando un ampio servizio al caso di Ivan.

Era il 10 febbraio scorso quando il Gip Vincenzo Brancato disponeva di procedere all’acquisizione delle celle telefoniche agganciate sia dal cellulare in uso a Ivan, che da smartphone, tablet e utenze in uso all’uomo con cui Ivan aveva intrattenuto contatti fino all’ultimo. Il giudice chiedeva di estrapolare il contenuto dei messaggi eventualmente inviati da quest’ultimo a terze persone nel periodo risalente ai giorni antecedenti al 23 giugno 2015, e disponeva anche di acquisire dati e file del gps, se installato nell’auto dell’uomo. Il giudice aveva, inoltre, disposto di acquisire copia del file concernente la durata della sosta effettuata quel 21 giugno dall’auto condotta da Ivan negli immediati pressi dell’abitazione dell’uomo.

Continua a leggere...

Esce oggi venerdì 16 Giugno 2017, “90s Original Party”di Fernando Proce

Esce venerdì 16 Giugno 2017, “90s Original Party”, compilation ideata e realizzata da Fernando Proce, uno dei protagonisti degli anni ’90 in radio e on the dance floor. Cantante (Festivalbar ’95), dj e speaker radiofonico pluripremiato (Telegatto, Dance Award, Cuffie d’oro), da 25 anni a RTL 102.5, il network più ascoltato in Italia, dove conduce il programma di maggior successo: “La Famiglia Giù al Nord”.

“90s Original Party” è una speciale raccolta con le hit degli anni ’90:
3CD con 56 brani, composto da 2 CD con 36 brani in versione originale + un terzo cd mixato in regalo per i tuoi special parties, con un curioso inedito firmato The Family … tutto da scoprire, disponibile in tutti i negozi di dischi ed Autogrill, in uscita su etichetta Time Records e distribuito da Warner Music Italia.
“90s Original Party” sarà disponibile anche in versione digitale con 40 brani in versione originale, in uscita su etichetta Time Records e distribuito da Warner Music Italia.

Continua a leggere...

Bollo auto, ultime ore per pagarlo: ecco come (e chi deve farlo)

Ultime ore per pagare il bollo auto: c’è tempo fino a stasera. La tassa automobilistica è dovuta dai proprietari di autoveicoli con oltre 35 Kw con bollo che scade ad aprile 2017 e residenti in Regioni che non hanno stabilito termini diversi.

COME PAGARE – Presso le Agenzie Postali con apposito bollettino di conto corrente, presso gli Uffici dell’A.C.I., le tabaccherie o le agenzie di pratiche auto.

CHI DEVE PAGARE – Dipendenti, pensionati, persone fisiche non titolari di partita Iva, collaboratori coordinati e continuativi, lavoratori occasionali. E ancora: imprenditori artigiani e commercianti, agenti e rappresentanti di commercio; lavoratori autonomi, professionisti titolari di partita Iva iscritti o non iscritti in albi professionali; società di persone, società semplici, Snc, Sas, Studi Associati; società di capitali ed enti commerciali,

Continua a leggere...

A Genova la prima fabbrica di robot-fisioterapisti

Iit apre a Genova Movendo technology la prima fabbrica al mondo di robot medicali Hunova, i robot ‘fisioterapisti’. Hunova (già venduti oltre 10 esemplari in Italia e all’estero) è stato presentato alla comunità scientifica. La fabbrica nasce grazie a un investimento di 10 mln di euro del Gruppo Dompé. Movendo Technology ha attualmente una capacità produttiva di 10 robot al mese e a oggi conta 20 persone di staff.

Continua a leggere...

Il Telefono Che Fa Il CaffÈ È RealtÀ: Ecco La Cover Che Prepara L’espresso

Non abbiamo dovuto aspettare poi molto: gli smartphone possono fare anche il caffè, quanto meno la cover multi-utility Mokase lo fa. Eroga caffè espresso con un semplice sistema di cialde monouso. L’idea appartiene al giovane imprenditore Clemente Biondo e appare su Kickstarter, sito web di finanziamento collettivo per progetti creativi.
Non abbiamo dovuto aspettare poi molto: gli smartphone possono fare anche il caffè, quanto meno la cover multi-utility Mokase lo fa. Eroga caffè espresso con un semplice sistema di cialde monouso. L’idea appartiene al giovane imprenditore Clemente Biondo e appare su Kickstarter, sito web di finanziamento collettivo per progetti creativi.

Continua a leggere...

Giornata mondiale della Libertà di Stampa

Ogni anno, il 3 maggio è la Giornata mondiale della libertà di stampa: è una data che celebra i principi fondamentali della libertà di stampa, per fare il punto sulla professione in tutto il mondo, per difendere i media dagli attacchi alla loro indipendenza e per rendere omaggio ai giornalisti che hanno perso la vita nell’esercizio della loro professione.

La Federazione nazionale della stampa italiana ha promosso tre manifestazioni: a Reggio Calabria, Torino e Milano, in occasione della XXIV Giornata mondiale della libertà di stampa, mercoledì 3 maggio, . A Reggio Calabria, insieme con il Sindacato giornalisti della Calabria, l’Ordine dei giornalisti e l’Inpgi, la Fnsi celebrerà con una iniziativa nazionale alla quale parteciperanno, tra gli altri, il sottosegretario di Stato alla Giustizia, Gennaro Migliore, il segretario generale Raffaele Lorusso e il segretario generale aggiunto, Carlo Parisi, il direttore della Fnsi, Giancarlo Tartaglia, presidente e vicepresidente dell’Inpgi, Marina Macelloni e Giuseppe Gulletta, e il direttore generale dell’Inpgi, Mimma Iorio.

Continua a leggere...

Tra aree protette e mondanità soft, ecco le spiagge italiane da scegliere

Mare blu, spiagge incantevoli, calette silenziose. Ballare sotto le stelle in Sardegna. Tuffarsi dalle scogliere all’Elba. Nuotare tra le acque selvagge della Sicilia. Passeggiare tra le meraviglie di una riserva naturale. O farsi un bagno ai Caraibi nostrani, tra le acque del Salento. Per rilassarsi in coppia, divertirsi in famiglia o con gli amici, alla scoperta di angoli segreti da esplorare, oppure per perdersi tra i profumi della macchia mediterranea e la magia di isolette tutte da scoprire. Il portale di viaggi Skyscanner ha selezionato le 15 spiagge italiane più belle del 2017, quelle su cui puntare per i primi tuffi della bella stagione.

La Sicilia è al primo posto con un autentico paradiso: Tonnarella dell’Uzzo, nella famosa Riserva Naturale dello Zingaro. Immersa nella macchia mediterranea, si trova sul tratto di costa che corre da San Vito lo Capo a Castellammare del Golfo, sette chilometri di spiagge dorate, acque turchesi e vegetazione lussureggiante, una natura selvaggia affacciata sul mare più bello della regione. Tonnarella dell’Uzzo è il suo fiore all’occhiello, cala di sabbia bianca da raggiungere a piedi a cinque minuti di cammino dall’ingresso della Riserva.

La segue Cala dei Gabbiani, sulla Costa di Baunei, in Sardegna. Lontana ancora dal turismo di massa, questa splendida spiaggia permette di godere appieno dei tesori dell’isola. Chiamata così per la presenza dei gabbiani, è bagnata da acque basse e calde, cristalline e spiagge deserte e silenziose immerse nella natura incontaminata. Non è facile da raggiungere: ci si arriva solo via mare oppure a piedi percorrendo un impegnativo sentiero di trekking. Raggiungere Cala Feola, a Ponza, regina delle Isole Pontine laziali, è più semplice. Ma risparmiare fatica costa, preparatevi a veri bagni di folla, specie d’estate. Se riuscite a evitare il caos, però, lo spettacolo è da sogno: cale di sabbia bianca, piscine naturali e tutto il fascino dell’isola. La spiaggia si trova in località Le Forna, è raggiungibile sia a piedi partendo da Le Forna-Chiesa, attraverso un sentiero di circa 15 minuti, oppure in barca o in auto.

Continua a leggere...

Primo Maggio, concerto a Roma. Gli artisti sul palco

Alle 15 parte la maratona musicale del Concertone in piazza San Giovanni a Roma, trasmesso in diretta da Rai3 e condotto da Camila Raznovich e Clementino. Questo l’ordine di esibizione degli artisti che saranno protagonisti della giornata: Après la Classe, Amarcord (1mnext finalista), Incomprensibile Fc (1mnext finalista), Doro Gjat (1mnext finalista), Braschi, Geometra Mangoni, Ara Malikian, Rocco Hunt, Orchestra di Saltarello abruzzese, Mimmo Cavallaro, Teresa De Sio, Giovanni Guidi, Marina Rei, Artù, Sfera Ebbasta, Ladri di Carrozzelle, Ex-Otago, Motta, Le luci della centrale elettrica, Bombino, La Rua, Levante, Editors, Lo Stato Sociale, Francesco Gabbani, Brunori sas, Ermal Meta, Edoardo Bennato, Maldestro, Fabrizio Moro, Samuel, Planet Funk, Public Service Broadcasting.

Musica, tanta e che strizza l’occhio al mercato di oggi, ma anche l’impegno, quello che da sempre caratterizza il Concertone del Primo Maggio a Roma, in piazza San Giovanni, promosso come da tradizione dai sindacati e che quest’anno ha come titolo: “Il lavoro: le nostre radici, i

Continua a leggere...

Turismo, Venezia metterà conta-persone

Venezia sperimenterà a breve l’installazione di sistemi di conta-persone per regolare l’afflusso dei turisti, posti in prossimità di aree strategiche, come il Ponte di Calatrava, il Ponte degli Scalzi, l’imboccatura di Rio Terà Lista di Spagna, i tre ponti di attraversamento di Rio Novo (Ponte di Santa Chiara, Ponte del Prefetto, Ponte dei Tre Ponti), i punti di arrivo e partenza dei ‘lancioni’ gran Turismo. Lo ha deciso la Giunta comunale.

Continua a leggere...

Siamo vittime delle code? Sei trucchi per saltarle e non perdere tempo

Nessun bigliettino con il numero da ritirare, ma una semplice applicazione che permette di scegliere l’orario in cui si desidera essere serviti fornendo un ticket virtuale. Ufficio Postale è il nuovo servizio di Poste Italiane che consente agli utenti di raggiungere l’ufficio poco prima del proprio appuntamento, effettuare il “check-in” avvicinando un QR code all’apposito lettore e poi recarsi allo sportello.
Al momento attivo solo negli uffici postali di alcune città (dall’applicazione è possibile verificare i punti in cui è possibile usufruirne), Ufficio postale si aggiunge ai servizi per smartphone già offerti da Poste Italiane come pagare bollettini, inviare telegrammi, raccomandate o ancora verificare lo stato di una spedizione, ricercare gli uffici e le cassette postali e gli ATM Postamat più vicini.

Continua a leggere...

25 Aprile, Anpi: “Festa di tutti gli italiani”. Roma divisa, due celebrazioni

“Il 25 aprile è la festa di tutte le italiane e gli italiani. Delle loro radici e del loro futuro. Ricordiamo i combattenti per la libertà, i loro sogni di democrazia, uguaglianza e felicità, il portare avanti con coraggio e tenacia la loro speranza di un Paese civile, giusto, solidale”. Così l’Associazione nazionale partigiani d’Italia, in vista della Festa della liberazione che verrà celebrata domani. E che è stata preceduta, a Roma, da polemiche: nella Capitale, infatti, ci saranno due celebrazioni dell’Anpi e della Brigata Ebraica, che non partecipera’ al corteo ma terrà una sua iniziativa

Continua a leggere...

Salute, da mercoledì latte e formaggi sugli scaffali solo con etichetta di origine

Da mercoledì niente più inganni per chi vuole acquistare latte e formaggi 100% italiani. Scatta in Italia l’obbligo di indicare in etichetta su tutte le confezioni dei prodotti lattiero-caseari, l’origine delle materie prime in maniera ‘chiara, visibile e facilmente leggibilè. E questo per latte, burro, yogurt, mozzarella, formaggi e latticini a base di latte vaccino, ovicaprino, bufalino e di altra origine animale. L’obbligo dell’indicazione in etichetta arriva a tre mesi dalla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto firmato dai ministri delle politiche Agricole Maurizio Martina e dello Sviluppo Economico Carlo Calenda, in attuazione del regolamento Ue n. 1169/2011.

Continua a leggere...

Home Restaurant, la tendenza raccontata da tre cuochi che hanno trasformato le proprie case

Tendenza home restaurant: tre cuochi si raccontano
Trasformare occasionalmente la propria casa in un ristorante oggi è possibile, ed è un fenomeno sempre più diffuso. Ma cosa spinge le persone a invitare a casa degli sconosciuti per cena? Ai tempi della sharing economy sempre più persone sono propense a condividere spazi, esperienze e oggetti. Alloggiano in case di estranei al posto delle camere d’albergo, noleggiano auto e bici cittadine invece di comprarle, condividono guardaroba e strumenti vari. I più appassionati di cucina scelgono di condividere anche i pasti, trasformando le proprie case in home restaurant o supper club.

Houzz, la piattaforma online leader mondiale nell’arredamento, progettazione e ristrutturazione che mette in contatto utenti appassionati di design e professionisti di tutto il mondo in una community molto popolare anche in Italia, ha intervistato tre cuochi di Roma, Londra e Stoccolma che raccontano perché hanno scelto di intraprendere questa professione e la loro esperienza.

Chi cucina e intrattiene i commensali: Cecilia Scaldaferri, cuoca, giornalista e autrice del blog Cecilia the Kitchen Witch.
Dov’è la sala da pranzo: in un piccolo appartamento nel quartiere Ostiense, Roma.

Continua a leggere...

Tripadvisor, italiano hotel più green Ue

Nell’anno dedicato dall’Unwto al turismo sostenibile e in occasione dell’Earth Day del 22 aprile va a un albergo italiano lo scettro di struttura più green d’Europa di Tripadvisor. Si trova infatti sul lago di Garda l’hotel EcoLeader Platino con il miglior punteggio sia a livello italiano che europeo e quarto nel mondo: si tratta Lefay Resort & Spa Lago di Garda a Gargnano.
A livello italiano il Trentino Alto Adige è la regione più premiata: Hotel Leitlhof – Dolomiten a San Candido, (al 5/o posto), Wellness Hotel Lupo Bianco a Canazei (6/o) e Alp & Wellness Sport Hotel Panorama a Fai della Paganella (7/o).
Completano la top 10 Hotel Villa Schuler a Taormina (2/o), B&B Villa Beatrice a Verona (3/o), Callistos Hotel & Spa a Tricase (4/o), Villa Tres Jolie a Trezzone (8/o), Villa Carolina Country House a Sorrento (9/o) e B&B Cancabaia Parma a Lesignano de’ Bagni (10/o). L’hotel più sostenibile del mondo è il Tambo del Inka, a Luxury Collection Resort & Spa a Urubamba (Perù).Seguono il Bucuti & Tara Beach Resort Aruba a Palm – Eagle Beach (Caraibi) e l’Hotel du Vieux-Quebec a Quebec City (Canada). A livello europeo dopo il Lefay Resort & Spa Lago di Garda si piazzano l’Hayfield Manor Hotel a Cork in Irlanda e il The Mandala Hotel a Berlino.

Continua a leggere...

Giornata della Terra, il mondo in campo difende l’Ambiente

Promuovere una nuova coscienza ambientale attraverso informazioni sulla necessità di non sprecare le risorse naturali e sui rischi che corre il Pianeta a causa dei cambiamenti climatici. E’ il messaggio chiave della 47/a Giornata della Terra (Earth Day), che sarà celebrata nel mondo sabato prossimo, 22 aprile.
Nei 193 Paesi delle Nazioni Unite un miliardo di cittadini attraverso 22mila organizzazioni partecipano ogni anno a questo evento. Numerose le iniziative anche in Italia per sensibilizzare quante più persone possibile alla tutela del Pianeta.

Continua a leggere...

Def: Istat, 11,9% italiani vive in famiglie con disagi

“Nonostante il miglioramento delle condizioni economiche delle famiglie, nel 2016 non si è osservata una riduzione dell’indicatore di grave deprivazione materiale, corrispondente alla quota di persone in famiglie che sperimentano sintomi di disagio. Secondo i dati provvisori del 2016, tale quota si attesta all’11,9%, sostanzialmente stabile rispetto al 2015″. Così il direttore del dipartimento per la produzione statistica dell’Istat, Roberto Monducci, in audizione sul Def davanti alle commissioni Bilancio del Parlamento.

Il segnale che arriva “è quello di una situazione del mercato del lavoro ancora sfavorevole per la fascia di età 25-34 anni”. Così il direttore del dipartimento per la produzione statistica dell’Istat, Roberto Monducci, in audizione al Def. Per gli under35 senza lavoro trovare un posto risulta, infatti, sempre più difficile.

Continua a leggere...

Concorso letterario “Puglia Quante Storie”

Aperte le iscrizioni per il concorso letterario ‘Puglia Quante Storie’
Sono aperte ufficialmente le iscrizioni al concorso letterario ‘Puglia Quante Storie’, un’iniziativa, alla sua prima edizione, nata su idea e progetto della casa editrice leccese Edizioni Città Futura.
Una competizione che altro non è che l’evoluzione del concorso ‘Salento Quante Storie’, rivolto agli scrittori di origine salentina e non a cui veniva chiesto di scrivere un breve racconto con l’obbligo di ambientarlo nelle terre comprese tra le province di Lecce, Brindisi e Taranto. Dopo quattro splendide edizioni, ‘Salento Quante Storie’ cambia, cresce e si evolve e nasce così ‘Puglia Quante Storie’, un progetto lungimirante sostenuto dall’Assessorato all’Industria Turistica e Culturale della Regione Puglia, Gestione e Valorizzazione dei Beni Culturali che l’ha riconosciuta come una delle iniziative più rilevanti tra quelle organizzate sul territorio. Il grande successo avuto in pochi anni ha portato gli organizzatori ad allargare, quindi, il target di concorrenti.

Continua a leggere...

Personale sgarbato nei caffè, Parigi corre ai ripari

“Arroganti, sgarbati, maleducati”: la scarsa affabilità dei garcons de Café parigini non è solo un banale cliché da sempre legato alla capitale di Francia.
Chiunque abbia trascorso almeno un fine settimana nella città più visitata al mondo l’avrà probabilmente toccata con mano.
Sarà la rivoluzione del 1789, il rifiuto all’asservimento, o anche solo il maltempo che imperversa così spesso da queste parti, fatto sta che con il servizio i parigini proprio non ci sanno fare. Sgarbato o semplicemente indisposto allo svolgimento di mansioni da cui non sembra trarre minimo giovamento, il personale autoctono è tra i peggiori d’Europa. Sui 28 Paesi dell’Unione, la cosiddetta patria dell”art de vivre’ e della gastronomia è diciassettesima in fatto di qualità del servizio.
Osservava nel 2015 il Wall Street Journal: “Denigrato e spesso incompreso, il cameriere francese è una razza impenetrabile”. I milioni di turisti che ogni anno solcano il pavé della capitale ci hanno fatto l’abitudine, dinanzi alla bellezza di Parigi – osservano i più – si può chiudere un occhio. Solo che ora anche il più ammirato dei flaneur rischia di perdere la pazienza. Ai tempi di TripAdvisor, con le stelline degli utenti e il rating a portata di smartphone, c’è poco da scherzare, perché tra proteste e giudizi impietosi, quella che prima era solo una forma di folclore locale rischia di rivelarsi un problema per il turismo, come scrive oggi in prima pagina Libération. Tanto che diversi tra brasseries e ristoranti – tra cui il celebre Les Deux Magots di Saint-Germain des Près – si rimboccano le maniche per cambiare le cose, introducendo un servizio più “sorridente” ed affabile, in stile “anglosassone”.

Continua a leggere...

Italiani al ristorante, 1 milione solo se c’è il WiFi

E’ il wi-fi a dettare le scelte del tempo libero degli italiani: un milione va al ristorante solo se c’è la connessione e c’è già chi pensa a non poterne fare a meno nemmeno in aereo. Lo rivela un’indagine condotta dalla piattaforma Facile.it, in vista dei ponti primaverili, secondo la quale l”83% degli italiani fra i 18 e i 60 anni dichiara di non poter fare a meno del wi-fi in vacanza.
Un intervistato su 3, infatti, decide se soggiornare in un hotel in base al fatto che abbia o meno la connessione wi-fi per gli ospiti; lo stesso principio vale anche per la ricettività non professionale visto che anche le case per le vacanze sono appetibili per 31,7% dei vacanzieri solo se offrono il wi-fi, meglio se gratuito.
Vacanze sì ma anche il viaggio, perchè secondo il sondaggio ben il 62% del campione è favorevole all’utilizzo libero del wi-fi in aereo, possibilità offerta già da alcune compagnie. I più inclini al non rinunciare alla connessione nemmeno in volo sono gli uomini (66,8%), mentre fra le donne prevale ancora il partito di chi vuole cellulari e tablet senza wi-fi (53,2%).

Continua a leggere...

Domani cinema a 2 euro: le sale a Milano e Roma

Domani tutti al cinema a due euro. Torna Cinema2Day, che prevede l’ingresso scontato in tutte le sale italiane aderenti all’iniziativa promossa dal Mibact in collaborazione con Anem, Anica e Anec. Grazie all’enorme successo di pubblico, la promozione, inizialmente prevista il secondo mercoledì del mese da settembre a febbraio, è stata prolungata fino a maggio.

Oltre a domani, 12 aprile, c’è infatti anche un’altra data: la prossima opportunità per vedere film al cinema a un prezzo scontato sarà il 10 maggio. L’offerta è valida per tutti i film in programmazione e in tutti gli orari previsti. Sono escluse invece le iniziative speciali e le visioni in 3D, che avranno comunque una tariffa agevolata.

Continua a leggere...

Puglia: una Pasqua solenne e autentica

È un’atmosfera ricca di suggestioni e carica di pathos quella che caratterizza la Settimana Santa in Puglia. Dal Gargano alla Magna Grecia e al Salento, magnifiche città e antichi paesi conservano una dimensione autentica del patrimonio di tradizioni legato ai riti che precedono la Pasqua. La sacra liturgia e la pietà popolare rivivono nelle tradizionali processioni. La curiosità del visitatore diventa stupore ed emozione davanti al mistero dei volti degli incappucciati scalzi, dei canti religiosi e il suono struggente dei brani eseguite dalle bande musicali.
Celebri le processioni di Taranto, Gallipoli e Molfetta, ma tra le località in cui si celebra la Settimana Santa ci sono anche Bitonto, Francavilla Fontana, Grottaglie, Ruvo di Puglia, Ginosa, Noicattaro, Pulsano, Bisceglie, Galatina, Troia, Castellana Grotte, Corato.

Continua a leggere...

Tap: Tar Lazio sospende autorizzazione espianto ulivi Comitato No Tap, grande soddisfazione per decisione

ROMA – Il presidente del Tar del Lazio ha accolto con decreto l’istanza della Regione Puglia per l’annullamento, previa sospensione, delle note del Ministero dell’Ambiente con le quali veniva dichiarata pienamente ottemperata la prescrizione A.44 riferita alla cosiddetta fase 0 dei lavori, autorizzando TAP all’espianto degli ulivi nell’area del cantiere di Melendugno. Il Tar ha sospeso l’efficacia dei provvedimenti in attesa della discussione dell’istanza cautelare fissata per il 19 aprile. Lo comunica la Regione Puglia.

In particolare – spiega la Regione Puglia citando il provvedimento – il Tar ha ritenuto che, essendo già state avviate le operazioni di espianto, la misura cautelare richiesta possa venire accordata, “ai soli fini dell’immediato riesame dell’atto impugnato da parte Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare (MATTM), con riferimento sia alle osservazioni e alle competenze della Regione (specificate nella citata prescrizione A44), sia in base all’avvenuta presentazione al medesimo Ministero, da parte di TAP, di istanza di verifica di assoggettabilità a VIA del progetto esecutivo, relativo alla realizzazione del microtunnel”. “Quanto sopra – prosegue – a fini di ottimizzazione e adeguato scaglionamento temporale degli interventi di cui trattasi, in considerazione dei tempi tecnici necessari per le fasi procedurali ancora da svolgere, senza pregiudizievoli situazioni di stallo e fatta salva la ricerca delle soluzioni più opportune, per il soddisfacimento dei molteplici interessi pubblici coinvolti”.

“Finalmente la giustizia può dare una risposta certa sui disguidi nati su quanto dichiarato da Regione e Comune in merito alla prescrizione A.44, mai rilasciata dalla Regione e che impediva gli espianti, e quanto con arroganza e prepotenza il ministero dell’Ambiente ha fatto permettendo la mattanza degli ulivi da parte di Tap”. Lo afferma il presidente del comitato ‘No Tap Salento’ Alfredo Pasiello dopo che il presidente del Tar del Lazio ha accolto l’istanza della Regione Puglia per l’annullamento, previa sospensione, delle note del Ministero dell’Ambiente con le quali veniva dichiarata pienamente ottemperata la prescrizione A.44 riferita alla cosiddetta fase 0 dei lavori, autorizzando TAP all’espianto degli ulivi nell’area del cantiere di Melendugno. “Comunico – dice Pasiello – la somma soddisfazione anche per conto di tutti gli attivisti che in questi giorni hanno difeso la propria terra”.

Louvre al top musei, perde visitatori ma non scettro

Il Louvre messo in crisi dal terrorismo come molti musei parigini perde ancora visitatori, complessivamente quasi due milioni dal 2014, e vede sfumare il traguardo dei 10 milioni che prima degli attentati sembrava fosse a portata di mano. Ma nel 2016, a dispetto di tutto, è ancora la grande galleria della Ville Lumière il museo più visitato del mondo, ancora una volta al top, con 7,4 milioni di visitatori (erano 8,6 nel 2015) della classifica mondiale dei Musei stilata dal Giornale dell’Arte con The Art Newspaper.
In Italia si fa notare però l’exploit della Reggia di Venaria, che si fra largo tra i primi 100 musei del Belpaese scalando la top ten nazionale. L’istituzione torinese è quinta nel 2016 (era decima un anno fa) con oltre 1 milione di visitatori (1.012.033) confermando le ottime performance delle istituzioni torinesi, largamente presenti nella top ten nazionali, con l’Egizio (settimo con 852.095 visitatori) e il Museo del Cinema ( stabile al nono posto con 688.215). Bene anche la Reggia di Caserta, che la riforma Franceschini ha promosso tra i musei autonomi: dal 14o posto del 2015 la piccola Versailles campana è passata al 10o, con 683.070 biglietti staccati. Tornando alla classifica mondiale, va registrata anche la buona performance di Castel Sant’Angelo a Roma, che con 1 milione 234 mila visitatori passa dalla posizione 56 alla 44.
Entra, in 63esima la Reggia di Venaria, si affaccia, fanalino di coda dei 100, la Triennale di Milano.
Di seguito la classifica dei 10 musei più visitati al mondo nel 2016: MUSEO CITTA’ VISITATORI

Continua a leggere...

“Wine&food in Apoolia “Milano – ospite : Fernando Proce

Wine&Food in Apoolia”
Viaggio tra i sapori e le identità di una terra generosa.
(Progetto realizzato con il contributo della Regione Puglia Assessorato Agricoltura – Risorse agroalimentari, Alimentazione, Caccia e Pesca, Foreste)
Il 2 aprile il ristorante Pulia (via Silvio Pellico) ospiterà la cena evento ROSSI&ROSATI by APOOLIA.
Incontri di gusto tra specialità pugliesi, vini Rossi&Rosati con
-Cena a cura del “cuoco contadino” di Antichi Sapori di Montegrosso, Pietro Zito – Antichi Sapori, che preparerà i suoi piatti nella cucina a vista e utilizzerà le erbe spontanee del suo orto vicino Andria.
Parteciperanno alla serata Fernando Proce

Continua a leggere...

L’aperitivo di domenica è salentuoso : Electro Cooking con il DjChef Valentino Interlandi : centro storico di Racale, Bar Centrale 2.0

Electro Cooking Swing è un nuovo format basato su uno ShowCooking/Dj Set con lo Chef Valentino Interlandi, Speaker di Salentuosi – La Radio Sale, che mixa Cibo e Musica.

Il Dj- Chef nella sua postazione, una vera e propria cucina mobile ed una consolle da dj, intratterrà gli ospiti della serata preparando varie pietanze da far degustare agli avventori nel

Continua a leggere...

Italia al penultimo posto in Europa per le politiche green

Penultimi in Europa in politiche ambientali. L’Italia risulta bocciata nella classifica dei Paesi europei messa a punto da due associazioni non governative europee (Transport and Environment e Carbon Market Watch) che hanno elaborato e comparato emissioni inquinanti e trend dei vari Stati. La Svezia, che si aggiudica il primo posto, e la coppia di inseguitrici formata da Germania e Francia guidano la classifica: il loro cammino ambientale è in linea con gli obiettivi fissati dall’accordo sul clima di Parigi del dicembre 2015: mantenere l’aumento di temperatura del pianeta in un range compreso tra 1,5 e 2 gradi. Chiude la graduatoria la Polonia che insiste nell’uso del carbone, il più inquinante dei combustibili fossili. Al penultimo posto, con appena 9 punti su 100, figura un drappello di Paesi: Italia, Spagna, Croazia, Repubblica ceca, Romania, Lituania, Lettonia.

“A Parigi l’Italia fu tra i Paesi che votarono per lo scenario più ambizioso, un aumento massimo di 1,5 gradi, però le azioni non hanno seguito le parole”, spiega Veronica Aneris, rappresentante italiana di Transport and Environment. “Le posizioni del governo italiano espresse a Bruxelles non rispecchiano le affermazioni del ministro dell’Ambiente che, in occasione della presentazione del Rapporto del Dialogo nazionale dell’Italia per la finanza sostenibile, aveva dichiarato che la quarta rivoluzione industriale deve essere verde”.

Continua a leggere...

L’allarme a RomaOcchio al resto: monete thailandesi al posto dei due euro.

Aguzzate la vista, come in quel gioco della Settimana enigmistica. Negli ultimi giorni a Roma circolano delle monete quasi uguali ai due euro. Ma che non sono (e soprattutto non valgono) due euro. I falsari non c’entrano. Si tratta dei 10 centesimi di Bath, moneta thailandese che si riesce a distinguere dalla nostra solo facendo molta attenzione. Per il momento siamo al passaparola tra i commercianti. I baristi, in particolare, chiedono a tutti i colleghi di controllare sempre gli spiccioli che incassano o che danno come resto.
Il confronto tra le due monete
La moneta thailandese ha la stessa forma di quella europea, con il cerchio dorato al centro e l’anello argentato intorno. Uguali anche le dimensioni e persino il peso, 8 grammi e mezzo. Al punto che riesce a ingannare persino i distributori automatici, come le macchinette per il caffè negli uffici. L’unica differenza è il valore: la moneta thailandese vale circa 25 centesimi di euro. Spacciarla per due euro (al bar come nelle macchinette) per incassare il resto in euro può diventare un affare interessante in caso di applicazione seriale. Ed è proprio questo il timore che allarma i commercianti della Capitale.

Continua a leggere...

Usa, dazi fino al 100% per alcuni prodotti europei, anche italiani

L’amministrazione Trump passa dalle dichiarazioni bellicose ai fatti. E dopo le tante minacce di porre un freno alle importazioni attraverso l’introduzione di nuovi dazi si profila il varo della prima concreta misura di stampo protezionistico. Secondo il Wall Street Journal l’amministrazione Usa sta infatti valutando di imporre dazi punitivi del 100% su prodotti come gli scooter Vespa (Piaggio), l’acqua Perrier (Nestlé, che produce anche la San Pellegrino) e il formaggio Roquefort in risposta al bando Ue sulla carne di manzo Usa di bovini trattati con gli ormoni.
La ritorsione
Dietro la misura ci sarebbero le proteste dei produttori di carne di manzo americani, secondo i quali l’Ue non ha aperto abbastanza i propri mercati alla loro carne di manzo non trattata con gli ormoni, come prevedeva un accordo del 2009.

Continua a leggere...

La scuola italiana migliore d’Europa: riduce il gap tra i ricchi e poveri

Sorpresa: la scuola italiana funziona, almeno per gli allievi meno abbienti. E meglio di quanto non accada nei sistemi scolastici di tante altre realtà europee e del mondo. Questa volta il confronto internazionale condotto dall’Ocse consegna a presidi e insegnanti italiani due buone notizie. E solo una cattiva notizia, che però è condivisa con quasi tutte le nazioni oggetto del focus pubblicato dall’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico: uscendo dalla scuola le differenze si accentuano. Il titolo dello studio è significativo: “Come si comportano alcune coorti di studenti dell’indagine Pisa nell’indagine successiva sulle competenze degli adulti Piaac?”. In altre parole: come varia il gap tra studenti svantaggiati e compagni più fortunati nel corso della vita, dopo il diploma, in termini di abilità in Lettura e Matematica?

Per contabilizzare le differenze di performance in Lettura e Matematica dei quindicenni di una quarantina di paesi e economie dei cinque continenti, che ogni tre anni partecipano all’indagine Pisa (Programme for International Student Assessment), con lo stesso gap riscontrato tra i soggetti di 25/27 anni di età che partecipano all’indagine Piaac (Programme for the International Assessment of Adult Competencies) sulle capacità in Lettura e Matematica degli adulti, gli esperti dell’Ocse hanno messo a punto un indice. Scoprendo che dopo il diploma le differenza di prestazione tra studenti avvantaggiati (con almeno un genitore laureato e con oltre 100 libri a casa) e svantaggiati (con meno libri e genitori con un livello di istruzione più basso) crescono in tutti e 20 i paesi oggetto dello studio, tranne che in Canada, Stati Uniti e Korea. Anche in Italia.

Continua a leggere...

Tulipani italiani, lʼangolo di Olanda in Lombardia apre alle porte di Milano

E’ ufficiale aprirà oggi, martedì 28 marzo, alle porte di Milano, a Cornaredo, il primo e unico giardino in Italia con 250mila tulipani di 183 varietà e dove vi sarà la possibilità anche di cogliere i meravigliosi fiori.
Il progetto Tulipani Italiani di creare un campo “U Pick” è stato realizzato da una coppia di olandesi, Edwin Koeman e Nitsuhe Wolanios. Chiunque potrà visitare il giardino di tulipani della grandezza di un ettaro: sarà un luogo per fare foto, per rilassarsi, per raccogliere tulipani e godersi la bellezza della natura.
I fiori destinati alla raccolta saranno al centro del campo, mentre ai lati si troveranno quelli da esposizione: 50 bulbi di tutte le varietà, in ordine alfabetico. “Tutta la mia famiglia si dedica alla coltivazione dei tulipani, in Olanda e non solo. Un mio cugino ha aperto un campo u-pick anche in Texas – spiega Edwin Koeman – Noi abbiamo deciso di provare a farlo qui perché conosciamo l’amore degli italiani per le cose belle. La nostra idea è quella di trasferirci qui definitivamente”.

Continua a leggere...

La legge sui parchi nazionali oggi in aula alla Camera

Il WWF si “mobilita per difendere i Parchi nazionali nel giorno della presentazione in aula alla Camera di una legge che rischia di portare indietro di 40 anni il sistema di protezione della natura” e invita tutti a scrivere al deputato della propria circoscrizione. Lo annuncia in una nota la presidente del WWF Italia Donatella Bianchi che aggiunge: “la proposta di riforma che approda oggi in Aula alla Camera, dopo essere stata approvata al Senato, è una grande opportunità perduta: se il testo non verrà emendato ma licenziato frettolosamente, anziché rilanciare e rafforzare i Parchi italiani li indebolirà”.

Continua a leggere...

Earth Hour, il mondo al buio per sfida al cambamento climatico

Luci spente per un’ora a turno in tutti i continenti, dalle 20 locali, per l’Earth Hour (Ora della Terra), il più grande evento globale dedicato alla sfida contro i cambiamenti climatici. Giunto all’undicesimo anniversario, l’happening lanciato dal Wwf nel 2007 a Sydney si è trasformato in un movimento che coinvolge milioni di persone che sollecitano una risposta urgente e adeguata dei governi per fermare il riscaldamento globale, all’origine di fenomeni che con effetti a catena stanno distruggendo il Pianeta.

Per un’ora si spegneranno simbolicamente tante icone mondiali per sensibilizzare su una sorta di ‘grido di dolore’ lanciato dalla Terra: in Italia la Basilica di San Pietro e il Colosseo (ma anche edifici istituzionali come palazzo Chigi e il Quirinale) e nel resto del mondo dalla Torre Eiffel al Taipei 101 (il sesto grattacielo più alto del mondo) a Taiwan, dall’Empire State Building all’Acropoli di Atene, dal Big Ben e il Palazzo di Westminster alla Moschea blu in Turchia, la Cctv Tower in Cina e La Moneda in Cile, l’Alhambra di Granada in Spagna, il Monumento dell’Indipendenza in Messico, la Piazza Rossa e il Cremlino in Russia, le Piramidi, la Sydney Opera House in Australia, la Tokyo Tower in Giappone, il Victoria Harbour a Hong Kong. Ciascuno di noi può contribuire a lanciare questo sos spegnendo le luci in qualsiasi luogo, casa, ufficio, ristorante. Il più grande movimento popolare in difesa dell’ambiente scende in campo. Nel 2016 fu record di spegnimenti e di adesioni con oltre 366 luoghi o monumenti simbolo in 178 Paesi.

Continua a leggere...

Sindrome occhio secco da smartphone, pericolo per i bambini Una campagna nazionale di prevenzione e cura dal 3 al 7 aprile

E’ un disturbo dell’occhio tra i più ignorati e sottovalutati secondo l’OMS, ma con il sempre maggiore utilizzo di smartphone e tablet è oggi più frequente, soprattutto fra i bambini nativi digitali, l’80% dei quali già fra i 3 e i 5 anni è in grado di usare il telefonino di mamma e papà, l’11% a 10-11 anni ha uno smartphone e il 4% un tablet.
E’ la ‘sindrome dell’occhio secco’, che porta bruciore e prurito insistente, lacrimazione irregolare e nei casi più gravi dolore e fastidio come per la presenza di un corpo estraneo negli occhi. La denuncia è del ‘Centro Italiano Occhio Secco’ (Cios) che col patrocinio della Società Oftalmologica Italiana (Soi) dal 3 al 7 aprile promuove la ‘Campagna nazionale di prevenzione e cura dell’occhio secco’ a cui hanno aderito Centri ospedalieri a Roma, Catania, Napoli, Milano e Varese, con la promozione di visite gratuite per appuntamento a tutti coloro che contattano il sito www.centroitalianoocchiosecco.it .
Perché non basta ricorrere a colliri e lacrime artificiali, a lungo andare controindicate, ma sono necessari esami specifici e terapie d’avanguardia anche per la rigenerazione delle ghiandole lacrimali palpebrali.

Continua a leggere...

Giornata senza taxi, esulta la Cgil: lo sciopero è riuscito al 100%

Il servizio taxi è fermo in tutta Italia. Ringrazio i tassisti che si stanno adoperando per fornire il servizio alle fasce deboli e chiediamo scusa agli utenti per i disagi”. Lo afferma Nicola Giacobbe di Unica taxi Cgil. “Ci sono poche auto in giro anche perché i tassisti hanno paura di ritorsioni da parte di chi sta facendo lo sciopero”, dice il leader di Uritaxi Loreno Bittarelli, sigla che non aderisce allo sciopero.
Cgil, Cisl e Uil e altre quattro sigle aderiscono come annunciato, dalle 8 alle 22. “Noi non partecipiamo perché vogliamo seguire la strada del dialogo e vedere dove ci porta – dice a LaPresse Loreno Bittarelli, presidente di Uri-Unione Radiotaxi -. Le aspettative sono positive, è un punto di partenza e non di arrivo, ma il governo ci ha dato delle garanzie, come l’obbligo della territorialità e il divieto di sosta in luogo pubblico. Non cantiamo vittoria ma scioperare adesso e’ assurdo”.

Continua a leggere...

Giornata Mondiale dell’Acqua 2017: perchè esiste? Storia, curiosità e una mostra

no più di 663 milioni le persone nel mondo senza acqua potabile in casa, costrette a trascorrere ore in coda o in cammino per raggiungere una sorgente di acqua non contaminata. Secondo i dati dell’associazione non governativa WaterAid, in tutto il mondo circa 2,4 miliardi di persone non hanno accesso a servizi igienico-sanitari adeguati. E a causa della mancanza di acqua potabile e di servizi igienici, circa 315 mila bambini sotto i 5 anni muoiono ogni anno di malattie a causa dell’acqua contaminata e delle scarse misure igienico-sanitarie. Ecco perché è importante ricordare la Giornata Mondiale dell’Acqua (World Water Day), ideata dalle Nazioni Unite nel 1992 e indetta per la prima volta nel 1993.

Continua a leggere...

Con “Open gate” porte aperte alle centrali nucleari in smantellamento

LE CENTRALI nucleari italiane riaprono le porte ai cittadini. Sabato 6 e domenica 7 maggio si terrà infatti la seconda edizione di “Open Gate”, l’iniziativa con cui Sogin (Società Gestione Impianti Nucleari) offre l’opportunità al pubblico di visitare gli impianti nucleari italiani in fase di smantellamento. La prima edizione si era svolta nel 2015.

Come nella precedente edizione, l’iniziativa coinvolge le centrali nucleari di Trino Vercellese, che detenne il record mondiale di funzionamento ininterrotto a piena potenza, Caorso (Piacenza), la più grande centrale italiana, Latina, la prima a entrare in attività nel 1963, e Garignano (Caserta). La novità di quest’anno è la possibilità di visitare l’impianto Eurex di Saluggia (Vercelli), destinato in passato alla ricerca sul riprocessamento del combustibile irraggiato.

Continua a leggere...

Giornata internazionale della Felicità, per celebrarla avanti con i 17 obiettivi Onu di sviluppo sostenibile

Cosa è la Giornata Internazionale della Felicità? E’ un giorno per essere felici, naturalmente! Dal 2013, le Nazioni Unite la celebrano per riconoscere l’importanza della felicità nella vita delle persone in tutto il mondo. E nel 2015 l’ONU ha lanciato 17 obiettivi di sviluppo sostenibile che cercano di porre fine alla povertà, ridurre le disuguaglianze e proteggere il nostro pianeta – tre aspetti chiave che portano al benessere e felicità. (https://sustainabledevelopment.un.org/sdgs)

La felicità dunque è strettamente legata all’impegno verso gli obiettivi di sviluppo sostenibile. Karan Jerath (20), Sarina Divan (17), e Noor Samee (17), con le loro azioni riguardo alcune delle questioni trattate nei 17 Obiettivi sono stati scelti a sostegno della campagna #PiccoliPuffiGrandiObiettivi che sta supportando nella sede dell’Onu e a New York i funzionari delle Nazioni Unite, l’UNICEF e la Fondazione delle Nazioni Unite per celebrare la Giornata Internazionale della Felicità.
Demi Lovato, Joe Manganiello e Mandy Patikin, Le tre voci originali del prossimo I Puffi : Viaggio nella foresta segreta, in sala dal 6 aprile, hanno reso noto il loro supporto alle Nazioni Unite per la campagna che culminerà nella Giornata Internazionale della Felicità, quando verrà dimostrato che il Prodotto Interno Lordo in se stesso non può misurare la salute e il benessere della popolazione di un qualunque paese mentre un approccio alla crescita e allo sviluppo più inclusivo, equo, bilanciato e sostenibile

Continua a leggere...