Giornata della Terra, il mondo in campo difende l’Ambiente

Promuovere una nuova coscienza ambientale attraverso informazioni sulla necessità di non sprecare le risorse naturali e sui rischi che corre il Pianeta a causa dei cambiamenti climatici. E’ il messaggio chiave della 47/a Giornata della Terra (Earth Day), che sarà celebrata nel mondo sabato prossimo, 22 aprile.
Nei 193 Paesi delle Nazioni Unite un miliardo di cittadini attraverso 22mila organizzazioni partecipano ogni anno a questo evento. Numerose le iniziative anche in Italia per sensibilizzare quante più persone possibile alla tutela del Pianeta.

Continua a leggere...

Def: Istat, 11,9% italiani vive in famiglie con disagi

“Nonostante il miglioramento delle condizioni economiche delle famiglie, nel 2016 non si è osservata una riduzione dell’indicatore di grave deprivazione materiale, corrispondente alla quota di persone in famiglie che sperimentano sintomi di disagio. Secondo i dati provvisori del 2016, tale quota si attesta all’11,9%, sostanzialmente stabile rispetto al 2015″. Così il direttore del dipartimento per la produzione statistica dell’Istat, Roberto Monducci, in audizione sul Def davanti alle commissioni Bilancio del Parlamento.

Il segnale che arriva “è quello di una situazione del mercato del lavoro ancora sfavorevole per la fascia di età 25-34 anni”. Così il direttore del dipartimento per la produzione statistica dell’Istat, Roberto Monducci, in audizione al Def. Per gli under35 senza lavoro trovare un posto risulta, infatti, sempre più difficile.

Continua a leggere...

Concorso letterario “Puglia Quante Storie”

Aperte le iscrizioni per il concorso letterario ‘Puglia Quante Storie’
Sono aperte ufficialmente le iscrizioni al concorso letterario ‘Puglia Quante Storie’, un’iniziativa, alla sua prima edizione, nata su idea e progetto della casa editrice leccese Edizioni Città Futura.
Una competizione che altro non è che l’evoluzione del concorso ‘Salento Quante Storie’, rivolto agli scrittori di origine salentina e non a cui veniva chiesto di scrivere un breve racconto con l’obbligo di ambientarlo nelle terre comprese tra le province di Lecce, Brindisi e Taranto. Dopo quattro splendide edizioni, ‘Salento Quante Storie’ cambia, cresce e si evolve e nasce così ‘Puglia Quante Storie’, un progetto lungimirante sostenuto dall’Assessorato all’Industria Turistica e Culturale della Regione Puglia, Gestione e Valorizzazione dei Beni Culturali che l’ha riconosciuta come una delle iniziative più rilevanti tra quelle organizzate sul territorio. Il grande successo avuto in pochi anni ha portato gli organizzatori ad allargare, quindi, il target di concorrenti.

Continua a leggere...

Personale sgarbato nei caffè, Parigi corre ai ripari

“Arroganti, sgarbati, maleducati”: la scarsa affabilità dei garcons de Café parigini non è solo un banale cliché da sempre legato alla capitale di Francia.
Chiunque abbia trascorso almeno un fine settimana nella città più visitata al mondo l’avrà probabilmente toccata con mano.
Sarà la rivoluzione del 1789, il rifiuto all’asservimento, o anche solo il maltempo che imperversa così spesso da queste parti, fatto sta che con il servizio i parigini proprio non ci sanno fare. Sgarbato o semplicemente indisposto allo svolgimento di mansioni da cui non sembra trarre minimo giovamento, il personale autoctono è tra i peggiori d’Europa. Sui 28 Paesi dell’Unione, la cosiddetta patria dell”art de vivre’ e della gastronomia è diciassettesima in fatto di qualità del servizio.
Osservava nel 2015 il Wall Street Journal: “Denigrato e spesso incompreso, il cameriere francese è una razza impenetrabile”. I milioni di turisti che ogni anno solcano il pavé della capitale ci hanno fatto l’abitudine, dinanzi alla bellezza di Parigi – osservano i più – si può chiudere un occhio. Solo che ora anche il più ammirato dei flaneur rischia di perdere la pazienza. Ai tempi di TripAdvisor, con le stelline degli utenti e il rating a portata di smartphone, c’è poco da scherzare, perché tra proteste e giudizi impietosi, quella che prima era solo una forma di folclore locale rischia di rivelarsi un problema per il turismo, come scrive oggi in prima pagina Libération. Tanto che diversi tra brasseries e ristoranti – tra cui il celebre Les Deux Magots di Saint-Germain des Près – si rimboccano le maniche per cambiare le cose, introducendo un servizio più “sorridente” ed affabile, in stile “anglosassone”.

Continua a leggere...

Italiani al ristorante, 1 milione solo se c’è il WiFi

E’ il wi-fi a dettare le scelte del tempo libero degli italiani: un milione va al ristorante solo se c’è la connessione e c’è già chi pensa a non poterne fare a meno nemmeno in aereo. Lo rivela un’indagine condotta dalla piattaforma Facile.it, in vista dei ponti primaverili, secondo la quale l”83% degli italiani fra i 18 e i 60 anni dichiara di non poter fare a meno del wi-fi in vacanza.
Un intervistato su 3, infatti, decide se soggiornare in un hotel in base al fatto che abbia o meno la connessione wi-fi per gli ospiti; lo stesso principio vale anche per la ricettività non professionale visto che anche le case per le vacanze sono appetibili per 31,7% dei vacanzieri solo se offrono il wi-fi, meglio se gratuito.
Vacanze sì ma anche il viaggio, perchè secondo il sondaggio ben il 62% del campione è favorevole all’utilizzo libero del wi-fi in aereo, possibilità offerta già da alcune compagnie. I più inclini al non rinunciare alla connessione nemmeno in volo sono gli uomini (66,8%), mentre fra le donne prevale ancora il partito di chi vuole cellulari e tablet senza wi-fi (53,2%).

Continua a leggere...

Domani cinema a 2 euro: le sale a Milano e Roma

Domani tutti al cinema a due euro. Torna Cinema2Day, che prevede l’ingresso scontato in tutte le sale italiane aderenti all’iniziativa promossa dal Mibact in collaborazione con Anem, Anica e Anec. Grazie all’enorme successo di pubblico, la promozione, inizialmente prevista il secondo mercoledì del mese da settembre a febbraio, è stata prolungata fino a maggio.

Oltre a domani, 12 aprile, c’è infatti anche un’altra data: la prossima opportunità per vedere film al cinema a un prezzo scontato sarà il 10 maggio. L’offerta è valida per tutti i film in programmazione e in tutti gli orari previsti. Sono escluse invece le iniziative speciali e le visioni in 3D, che avranno comunque una tariffa agevolata.

Continua a leggere...

Puglia: una Pasqua solenne e autentica

È un’atmosfera ricca di suggestioni e carica di pathos quella che caratterizza la Settimana Santa in Puglia. Dal Gargano alla Magna Grecia e al Salento, magnifiche città e antichi paesi conservano una dimensione autentica del patrimonio di tradizioni legato ai riti che precedono la Pasqua. La sacra liturgia e la pietà popolare rivivono nelle tradizionali processioni. La curiosità del visitatore diventa stupore ed emozione davanti al mistero dei volti degli incappucciati scalzi, dei canti religiosi e il suono struggente dei brani eseguite dalle bande musicali.
Celebri le processioni di Taranto, Gallipoli e Molfetta, ma tra le località in cui si celebra la Settimana Santa ci sono anche Bitonto, Francavilla Fontana, Grottaglie, Ruvo di Puglia, Ginosa, Noicattaro, Pulsano, Bisceglie, Galatina, Troia, Castellana Grotte, Corato.

Continua a leggere...

Tap: Tar Lazio sospende autorizzazione espianto ulivi Comitato No Tap, grande soddisfazione per decisione

ROMA – Il presidente del Tar del Lazio ha accolto con decreto l’istanza della Regione Puglia per l’annullamento, previa sospensione, delle note del Ministero dell’Ambiente con le quali veniva dichiarata pienamente ottemperata la prescrizione A.44 riferita alla cosiddetta fase 0 dei lavori, autorizzando TAP all’espianto degli ulivi nell’area del cantiere di Melendugno. Il Tar ha sospeso l’efficacia dei provvedimenti in attesa della discussione dell’istanza cautelare fissata per il 19 aprile. Lo comunica la Regione Puglia.

In particolare – spiega la Regione Puglia citando il provvedimento – il Tar ha ritenuto che, essendo già state avviate le operazioni di espianto, la misura cautelare richiesta possa venire accordata, “ai soli fini dell’immediato riesame dell’atto impugnato da parte Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare (MATTM), con riferimento sia alle osservazioni e alle competenze della Regione (specificate nella citata prescrizione A44), sia in base all’avvenuta presentazione al medesimo Ministero, da parte di TAP, di istanza di verifica di assoggettabilità a VIA del progetto esecutivo, relativo alla realizzazione del microtunnel”. “Quanto sopra – prosegue – a fini di ottimizzazione e adeguato scaglionamento temporale degli interventi di cui trattasi, in considerazione dei tempi tecnici necessari per le fasi procedurali ancora da svolgere, senza pregiudizievoli situazioni di stallo e fatta salva la ricerca delle soluzioni più opportune, per il soddisfacimento dei molteplici interessi pubblici coinvolti”.

“Finalmente la giustizia può dare una risposta certa sui disguidi nati su quanto dichiarato da Regione e Comune in merito alla prescrizione A.44, mai rilasciata dalla Regione e che impediva gli espianti, e quanto con arroganza e prepotenza il ministero dell’Ambiente ha fatto permettendo la mattanza degli ulivi da parte di Tap”. Lo afferma il presidente del comitato ‘No Tap Salento’ Alfredo Pasiello dopo che il presidente del Tar del Lazio ha accolto l’istanza della Regione Puglia per l’annullamento, previa sospensione, delle note del Ministero dell’Ambiente con le quali veniva dichiarata pienamente ottemperata la prescrizione A.44 riferita alla cosiddetta fase 0 dei lavori, autorizzando TAP all’espianto degli ulivi nell’area del cantiere di Melendugno. “Comunico – dice Pasiello – la somma soddisfazione anche per conto di tutti gli attivisti che in questi giorni hanno difeso la propria terra”.

Louvre al top musei, perde visitatori ma non scettro

Il Louvre messo in crisi dal terrorismo come molti musei parigini perde ancora visitatori, complessivamente quasi due milioni dal 2014, e vede sfumare il traguardo dei 10 milioni che prima degli attentati sembrava fosse a portata di mano. Ma nel 2016, a dispetto di tutto, è ancora la grande galleria della Ville Lumière il museo più visitato del mondo, ancora una volta al top, con 7,4 milioni di visitatori (erano 8,6 nel 2015) della classifica mondiale dei Musei stilata dal Giornale dell’Arte con The Art Newspaper.
In Italia si fa notare però l’exploit della Reggia di Venaria, che si fra largo tra i primi 100 musei del Belpaese scalando la top ten nazionale. L’istituzione torinese è quinta nel 2016 (era decima un anno fa) con oltre 1 milione di visitatori (1.012.033) confermando le ottime performance delle istituzioni torinesi, largamente presenti nella top ten nazionali, con l’Egizio (settimo con 852.095 visitatori) e il Museo del Cinema ( stabile al nono posto con 688.215). Bene anche la Reggia di Caserta, che la riforma Franceschini ha promosso tra i musei autonomi: dal 14o posto del 2015 la piccola Versailles campana è passata al 10o, con 683.070 biglietti staccati. Tornando alla classifica mondiale, va registrata anche la buona performance di Castel Sant’Angelo a Roma, che con 1 milione 234 mila visitatori passa dalla posizione 56 alla 44.
Entra, in 63esima la Reggia di Venaria, si affaccia, fanalino di coda dei 100, la Triennale di Milano.
Di seguito la classifica dei 10 musei più visitati al mondo nel 2016: MUSEO CITTA’ VISITATORI

Continua a leggere...

“Wine&food in Apoolia “Milano – ospite : Fernando Proce

Wine&Food in Apoolia”
Viaggio tra i sapori e le identità di una terra generosa.
(Progetto realizzato con il contributo della Regione Puglia Assessorato Agricoltura – Risorse agroalimentari, Alimentazione, Caccia e Pesca, Foreste)
Il 2 aprile il ristorante Pulia (via Silvio Pellico) ospiterà la cena evento ROSSI&ROSATI by APOOLIA.
Incontri di gusto tra specialità pugliesi, vini Rossi&Rosati con
-Cena a cura del “cuoco contadino” di Antichi Sapori di Montegrosso, Pietro Zito – Antichi Sapori, che preparerà i suoi piatti nella cucina a vista e utilizzerà le erbe spontanee del suo orto vicino Andria.
Parteciperanno alla serata Fernando Proce

Continua a leggere...

L’aperitivo di domenica è salentuoso : Electro Cooking con il DjChef Valentino Interlandi : centro storico di Racale, Bar Centrale 2.0

Electro Cooking Swing è un nuovo format basato su uno ShowCooking/Dj Set con lo Chef Valentino Interlandi, Speaker di Salentuosi – La Radio Sale, che mixa Cibo e Musica.

Il Dj- Chef nella sua postazione, una vera e propria cucina mobile ed una consolle da dj, intratterrà gli ospiti della serata preparando varie pietanze da far degustare agli avventori nel

Continua a leggere...

Italia al penultimo posto in Europa per le politiche green

Penultimi in Europa in politiche ambientali. L’Italia risulta bocciata nella classifica dei Paesi europei messa a punto da due associazioni non governative europee (Transport and Environment e Carbon Market Watch) che hanno elaborato e comparato emissioni inquinanti e trend dei vari Stati. La Svezia, che si aggiudica il primo posto, e la coppia di inseguitrici formata da Germania e Francia guidano la classifica: il loro cammino ambientale è in linea con gli obiettivi fissati dall’accordo sul clima di Parigi del dicembre 2015: mantenere l’aumento di temperatura del pianeta in un range compreso tra 1,5 e 2 gradi. Chiude la graduatoria la Polonia che insiste nell’uso del carbone, il più inquinante dei combustibili fossili. Al penultimo posto, con appena 9 punti su 100, figura un drappello di Paesi: Italia, Spagna, Croazia, Repubblica ceca, Romania, Lituania, Lettonia.

“A Parigi l’Italia fu tra i Paesi che votarono per lo scenario più ambizioso, un aumento massimo di 1,5 gradi, però le azioni non hanno seguito le parole”, spiega Veronica Aneris, rappresentante italiana di Transport and Environment. “Le posizioni del governo italiano espresse a Bruxelles non rispecchiano le affermazioni del ministro dell’Ambiente che, in occasione della presentazione del Rapporto del Dialogo nazionale dell’Italia per la finanza sostenibile, aveva dichiarato che la quarta rivoluzione industriale deve essere verde”.

Continua a leggere...

L’allarme a RomaOcchio al resto: monete thailandesi al posto dei due euro.

Aguzzate la vista, come in quel gioco della Settimana enigmistica. Negli ultimi giorni a Roma circolano delle monete quasi uguali ai due euro. Ma che non sono (e soprattutto non valgono) due euro. I falsari non c’entrano. Si tratta dei 10 centesimi di Bath, moneta thailandese che si riesce a distinguere dalla nostra solo facendo molta attenzione. Per il momento siamo al passaparola tra i commercianti. I baristi, in particolare, chiedono a tutti i colleghi di controllare sempre gli spiccioli che incassano o che danno come resto.
Il confronto tra le due monete
La moneta thailandese ha la stessa forma di quella europea, con il cerchio dorato al centro e l’anello argentato intorno. Uguali anche le dimensioni e persino il peso, 8 grammi e mezzo. Al punto che riesce a ingannare persino i distributori automatici, come le macchinette per il caffè negli uffici. L’unica differenza è il valore: la moneta thailandese vale circa 25 centesimi di euro. Spacciarla per due euro (al bar come nelle macchinette) per incassare il resto in euro può diventare un affare interessante in caso di applicazione seriale. Ed è proprio questo il timore che allarma i commercianti della Capitale.

Continua a leggere...

Usa, dazi fino al 100% per alcuni prodotti europei, anche italiani

L’amministrazione Trump passa dalle dichiarazioni bellicose ai fatti. E dopo le tante minacce di porre un freno alle importazioni attraverso l’introduzione di nuovi dazi si profila il varo della prima concreta misura di stampo protezionistico. Secondo il Wall Street Journal l’amministrazione Usa sta infatti valutando di imporre dazi punitivi del 100% su prodotti come gli scooter Vespa (Piaggio), l’acqua Perrier (Nestlé, che produce anche la San Pellegrino) e il formaggio Roquefort in risposta al bando Ue sulla carne di manzo Usa di bovini trattati con gli ormoni.
La ritorsione
Dietro la misura ci sarebbero le proteste dei produttori di carne di manzo americani, secondo i quali l’Ue non ha aperto abbastanza i propri mercati alla loro carne di manzo non trattata con gli ormoni, come prevedeva un accordo del 2009.

Continua a leggere...

La scuola italiana migliore d’Europa: riduce il gap tra i ricchi e poveri

Sorpresa: la scuola italiana funziona, almeno per gli allievi meno abbienti. E meglio di quanto non accada nei sistemi scolastici di tante altre realtà europee e del mondo. Questa volta il confronto internazionale condotto dall’Ocse consegna a presidi e insegnanti italiani due buone notizie. E solo una cattiva notizia, che però è condivisa con quasi tutte le nazioni oggetto del focus pubblicato dall’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico: uscendo dalla scuola le differenze si accentuano. Il titolo dello studio è significativo: “Come si comportano alcune coorti di studenti dell’indagine Pisa nell’indagine successiva sulle competenze degli adulti Piaac?”. In altre parole: come varia il gap tra studenti svantaggiati e compagni più fortunati nel corso della vita, dopo il diploma, in termini di abilità in Lettura e Matematica?

Per contabilizzare le differenze di performance in Lettura e Matematica dei quindicenni di una quarantina di paesi e economie dei cinque continenti, che ogni tre anni partecipano all’indagine Pisa (Programme for International Student Assessment), con lo stesso gap riscontrato tra i soggetti di 25/27 anni di età che partecipano all’indagine Piaac (Programme for the International Assessment of Adult Competencies) sulle capacità in Lettura e Matematica degli adulti, gli esperti dell’Ocse hanno messo a punto un indice. Scoprendo che dopo il diploma le differenza di prestazione tra studenti avvantaggiati (con almeno un genitore laureato e con oltre 100 libri a casa) e svantaggiati (con meno libri e genitori con un livello di istruzione più basso) crescono in tutti e 20 i paesi oggetto dello studio, tranne che in Canada, Stati Uniti e Korea. Anche in Italia.

Continua a leggere...

Tulipani italiani, lʼangolo di Olanda in Lombardia apre alle porte di Milano

E’ ufficiale aprirà oggi, martedì 28 marzo, alle porte di Milano, a Cornaredo, il primo e unico giardino in Italia con 250mila tulipani di 183 varietà e dove vi sarà la possibilità anche di cogliere i meravigliosi fiori.
Il progetto Tulipani Italiani di creare un campo “U Pick” è stato realizzato da una coppia di olandesi, Edwin Koeman e Nitsuhe Wolanios. Chiunque potrà visitare il giardino di tulipani della grandezza di un ettaro: sarà un luogo per fare foto, per rilassarsi, per raccogliere tulipani e godersi la bellezza della natura.
I fiori destinati alla raccolta saranno al centro del campo, mentre ai lati si troveranno quelli da esposizione: 50 bulbi di tutte le varietà, in ordine alfabetico. “Tutta la mia famiglia si dedica alla coltivazione dei tulipani, in Olanda e non solo. Un mio cugino ha aperto un campo u-pick anche in Texas – spiega Edwin Koeman – Noi abbiamo deciso di provare a farlo qui perché conosciamo l’amore degli italiani per le cose belle. La nostra idea è quella di trasferirci qui definitivamente”.

Continua a leggere...

La legge sui parchi nazionali oggi in aula alla Camera

Il WWF si “mobilita per difendere i Parchi nazionali nel giorno della presentazione in aula alla Camera di una legge che rischia di portare indietro di 40 anni il sistema di protezione della natura” e invita tutti a scrivere al deputato della propria circoscrizione. Lo annuncia in una nota la presidente del WWF Italia Donatella Bianchi che aggiunge: “la proposta di riforma che approda oggi in Aula alla Camera, dopo essere stata approvata al Senato, è una grande opportunità perduta: se il testo non verrà emendato ma licenziato frettolosamente, anziché rilanciare e rafforzare i Parchi italiani li indebolirà”.

Continua a leggere...

Earth Hour, il mondo al buio per sfida al cambamento climatico

Luci spente per un’ora a turno in tutti i continenti, dalle 20 locali, per l’Earth Hour (Ora della Terra), il più grande evento globale dedicato alla sfida contro i cambiamenti climatici. Giunto all’undicesimo anniversario, l’happening lanciato dal Wwf nel 2007 a Sydney si è trasformato in un movimento che coinvolge milioni di persone che sollecitano una risposta urgente e adeguata dei governi per fermare il riscaldamento globale, all’origine di fenomeni che con effetti a catena stanno distruggendo il Pianeta.

Per un’ora si spegneranno simbolicamente tante icone mondiali per sensibilizzare su una sorta di ‘grido di dolore’ lanciato dalla Terra: in Italia la Basilica di San Pietro e il Colosseo (ma anche edifici istituzionali come palazzo Chigi e il Quirinale) e nel resto del mondo dalla Torre Eiffel al Taipei 101 (il sesto grattacielo più alto del mondo) a Taiwan, dall’Empire State Building all’Acropoli di Atene, dal Big Ben e il Palazzo di Westminster alla Moschea blu in Turchia, la Cctv Tower in Cina e La Moneda in Cile, l’Alhambra di Granada in Spagna, il Monumento dell’Indipendenza in Messico, la Piazza Rossa e il Cremlino in Russia, le Piramidi, la Sydney Opera House in Australia, la Tokyo Tower in Giappone, il Victoria Harbour a Hong Kong. Ciascuno di noi può contribuire a lanciare questo sos spegnendo le luci in qualsiasi luogo, casa, ufficio, ristorante. Il più grande movimento popolare in difesa dell’ambiente scende in campo. Nel 2016 fu record di spegnimenti e di adesioni con oltre 366 luoghi o monumenti simbolo in 178 Paesi.

Continua a leggere...

Sindrome occhio secco da smartphone, pericolo per i bambini Una campagna nazionale di prevenzione e cura dal 3 al 7 aprile

E’ un disturbo dell’occhio tra i più ignorati e sottovalutati secondo l’OMS, ma con il sempre maggiore utilizzo di smartphone e tablet è oggi più frequente, soprattutto fra i bambini nativi digitali, l’80% dei quali già fra i 3 e i 5 anni è in grado di usare il telefonino di mamma e papà, l’11% a 10-11 anni ha uno smartphone e il 4% un tablet.
E’ la ‘sindrome dell’occhio secco’, che porta bruciore e prurito insistente, lacrimazione irregolare e nei casi più gravi dolore e fastidio come per la presenza di un corpo estraneo negli occhi. La denuncia è del ‘Centro Italiano Occhio Secco’ (Cios) che col patrocinio della Società Oftalmologica Italiana (Soi) dal 3 al 7 aprile promuove la ‘Campagna nazionale di prevenzione e cura dell’occhio secco’ a cui hanno aderito Centri ospedalieri a Roma, Catania, Napoli, Milano e Varese, con la promozione di visite gratuite per appuntamento a tutti coloro che contattano il sito www.centroitalianoocchiosecco.it .
Perché non basta ricorrere a colliri e lacrime artificiali, a lungo andare controindicate, ma sono necessari esami specifici e terapie d’avanguardia anche per la rigenerazione delle ghiandole lacrimali palpebrali.

Continua a leggere...

Giornata senza taxi, esulta la Cgil: lo sciopero è riuscito al 100%

Il servizio taxi è fermo in tutta Italia. Ringrazio i tassisti che si stanno adoperando per fornire il servizio alle fasce deboli e chiediamo scusa agli utenti per i disagi”. Lo afferma Nicola Giacobbe di Unica taxi Cgil. “Ci sono poche auto in giro anche perché i tassisti hanno paura di ritorsioni da parte di chi sta facendo lo sciopero”, dice il leader di Uritaxi Loreno Bittarelli, sigla che non aderisce allo sciopero.
Cgil, Cisl e Uil e altre quattro sigle aderiscono come annunciato, dalle 8 alle 22. “Noi non partecipiamo perché vogliamo seguire la strada del dialogo e vedere dove ci porta – dice a LaPresse Loreno Bittarelli, presidente di Uri-Unione Radiotaxi -. Le aspettative sono positive, è un punto di partenza e non di arrivo, ma il governo ci ha dato delle garanzie, come l’obbligo della territorialità e il divieto di sosta in luogo pubblico. Non cantiamo vittoria ma scioperare adesso e’ assurdo”.

Continua a leggere...

Giornata Mondiale dell’Acqua 2017: perchè esiste? Storia, curiosità e una mostra

no più di 663 milioni le persone nel mondo senza acqua potabile in casa, costrette a trascorrere ore in coda o in cammino per raggiungere una sorgente di acqua non contaminata. Secondo i dati dell’associazione non governativa WaterAid, in tutto il mondo circa 2,4 miliardi di persone non hanno accesso a servizi igienico-sanitari adeguati. E a causa della mancanza di acqua potabile e di servizi igienici, circa 315 mila bambini sotto i 5 anni muoiono ogni anno di malattie a causa dell’acqua contaminata e delle scarse misure igienico-sanitarie. Ecco perché è importante ricordare la Giornata Mondiale dell’Acqua (World Water Day), ideata dalle Nazioni Unite nel 1992 e indetta per la prima volta nel 1993.

Continua a leggere...

Con “Open gate” porte aperte alle centrali nucleari in smantellamento

LE CENTRALI nucleari italiane riaprono le porte ai cittadini. Sabato 6 e domenica 7 maggio si terrà infatti la seconda edizione di “Open Gate”, l’iniziativa con cui Sogin (Società Gestione Impianti Nucleari) offre l’opportunità al pubblico di visitare gli impianti nucleari italiani in fase di smantellamento. La prima edizione si era svolta nel 2015.

Come nella precedente edizione, l’iniziativa coinvolge le centrali nucleari di Trino Vercellese, che detenne il record mondiale di funzionamento ininterrotto a piena potenza, Caorso (Piacenza), la più grande centrale italiana, Latina, la prima a entrare in attività nel 1963, e Garignano (Caserta). La novità di quest’anno è la possibilità di visitare l’impianto Eurex di Saluggia (Vercelli), destinato in passato alla ricerca sul riprocessamento del combustibile irraggiato.

Continua a leggere...

Giornata internazionale della Felicità, per celebrarla avanti con i 17 obiettivi Onu di sviluppo sostenibile

Cosa è la Giornata Internazionale della Felicità? E’ un giorno per essere felici, naturalmente! Dal 2013, le Nazioni Unite la celebrano per riconoscere l’importanza della felicità nella vita delle persone in tutto il mondo. E nel 2015 l’ONU ha lanciato 17 obiettivi di sviluppo sostenibile che cercano di porre fine alla povertà, ridurre le disuguaglianze e proteggere il nostro pianeta – tre aspetti chiave che portano al benessere e felicità. (https://sustainabledevelopment.un.org/sdgs)

La felicità dunque è strettamente legata all’impegno verso gli obiettivi di sviluppo sostenibile. Karan Jerath (20), Sarina Divan (17), e Noor Samee (17), con le loro azioni riguardo alcune delle questioni trattate nei 17 Obiettivi sono stati scelti a sostegno della campagna #PiccoliPuffiGrandiObiettivi che sta supportando nella sede dell’Onu e a New York i funzionari delle Nazioni Unite, l’UNICEF e la Fondazione delle Nazioni Unite per celebrare la Giornata Internazionale della Felicità.
Demi Lovato, Joe Manganiello e Mandy Patikin, Le tre voci originali del prossimo I Puffi : Viaggio nella foresta segreta, in sala dal 6 aprile, hanno reso noto il loro supporto alle Nazioni Unite per la campagna che culminerà nella Giornata Internazionale della Felicità, quando verrà dimostrato che il Prodotto Interno Lordo in se stesso non può misurare la salute e il benessere della popolazione di un qualunque paese mentre un approccio alla crescita e allo sviluppo più inclusivo, equo, bilanciato e sostenibile

Continua a leggere...

Maestri a confronto: a San Cassiano la Notte della Taranta feat Sud Sound System

Un abbraccio tra la musica popolare e il raggamuffin, e la musica dei Sud Sound System incontra la tradizione dell’orchestra de La Notte della Taranta. L’appuntamento del prossimo sabato a San Cassiano segna l’inizio di un nuovo percorso culturale e musicale. Con un’anteprima live, l’Orchestra Popolare La Notte della Taranta e i Sud Sound System saranno insieme sul palco in un esclusivo show.

Il progetto, curato dal direttore artistico della Fondazione Daniele Durante, mette insieme pizzica e raggamuffin, ovvero le due realtà musicali che hanno caratterizzato il panorama sonoro salentino negli ultimi 30 anni. L’occasione sarà la festa popolare legata all’antica tradizione delle Tavole di San Giuseppe.

Con un repertorio “esplosivo”, 25 brani tra i più amati dal pubblico interpretati dalle voci dell’Orchestra Popolare Antonio Amato, Antonio Catrignanò, Giancarlo Paglialunga, Alessandra Caiulo ed Enza Pagliara, i Sud Sound System interpreteranno classici popolari quali La quistione meridionale, Ncete na caruseddha, La cardilleddhra, Lu rusciu de lu mare, Pizzica di Copertino, Te sira, La zamara, L’acqua de la funtana, Lu zinzale, Rotulì rotulà e nel gran finale con Kalinifta.

Continua a leggere...

Palazzo Reale Torino, riapre appartamento dei Principi Piemonte. Visite guidate fino al 30 aprile

Riaprono al pubblico l’appartamento dei Principi di Piemonte e le Cucine Reali al Palazzo Reale di Torino, visitabili fino al 30 aprile. L’iniziativa rientra nell’ambito di ‘A Palazzo c’è di più’, per scoprire ambienti solitamente non compresi nei percorsi per il pubblico. Le visite sono a cura dei volontari dell’Associazione degli Amici di Palazzo Reale e la riapertura delle stanze dei principi ereditari, restaurate nel 2007 e non più visitabili dal 2014, è resa possibile grazie al contributo della Compagnia di San Paolo.
Nella seconda metà del Seicento l’appartamento era abitato da dame e damigelle di Madama Reale ed era decorato solo parzialmente. Tra il 1930 e il 1933 fu abitato dalla principessa Maria José del Belgio, sposa del principe di Piemonte Umberto futuro re d’Italia.

Continua a leggere...

A Celebrity MasterChef Mara Maionchi: “Lo chef è un artista, noi dei trogloditi”

Discografica di razza, ampiamente over 70 e una grinta da fare invidia a molti ventenni. Tra le celebrità alle prese con i fornelli in Celebrity MasterChef, da giovedì 16 marzo in onda su Sky Uno alle 21.10, ci sarà anche Mara Maionchi. Per il cooking show più popolare della tv, che ha appena concluso la sua sesta edizione con l’incoronazione del diciottenne Valerio Braschi e l’addio di Carlo Cracco, arriva la versione vip. A contendersi il titolo di Celebrity MasterChef italiano 12 personaggi del mondo dello sport, dello spettacolo e del giornalismo.
Signora Maionchi, segue MasterChef da spettatrice?
Mio marito è proprio fissato, io quando sono a casa lo vedo sempre perché è piacevole e divertente. Quest’anno poi, dopo sei edizioni ho capito qual è la differenza tra saper cucinare ed essere uno chef.

Continua a leggere...

Niccolò Fabi celebra 20 anni di carriera artistica con un tour

Il 2017 è un anno di grandi festeggiamenti per Niccolò Fabi. Il cantautore celebrerà i suoi 20 anni di carriera con il progetto-racconto live “Diventi Inventi 1997-2017”, un tour che da giugno a settembre lo vedrà calcare alcuni palchi estivi della penisola, per raccontare dal vivo il suo percorso artistico e musicale. Attesa per dopo l’estate una raccolta antologica con il suo canzoniere.
Sul suo profilo Instagram il cantautore romano ha scritto: “Pur sfuggendo per quanto posso alla dittatura moderna dei numeri volevo avvertirvi che sto per capitolare di fronte ai festeggiamenti per il ventennale. Dopo quindici anni di canzoni private il mio primo disco ‘Il giardiniere’ veniva pubblicato nel 1997, venti anni fa per l’appunto. Ho sempre dribblato come potevo appendimenti di medaglie et similaria perchè li ho sempre masochisticamente considerati un ostacolo al miglioramento. Ma da uomo oramai di mezza età sto imparando ad abbandonarmi al godimento. E quindi che festa sia”.

Continua a leggere...

I piatti della tradizione rivisitati per i vegani, ecco il trend. Come fare una ‘quasi Cacio e Pepe’

Potrebbe apparire perfino blasfemo ai puristi della cucina romanesca amanti dei tonnarelli ‘cacio e pepe’, piatto difficile da fare a regola d’arte e che perciò impone una lista d’attesa di prenotazioni nei ristoranti della capitale che la sanno fare. Ma il cambiamento è avvenuto: dopo le melanzane alla parmigiana, la lasagna bolognese e la pizza napoletana, perfino il piatto fra i più romani è evoluto in chiave vegana e, adesso, perfino crudista. Cacio e pepe, infatti, si aggiunge alla sempre più lunga lista dei piatti vegani (è vegetariano totale, quindi niente uova per i tonnarelli, né pecorino per il condimento), ed è diventato anche ‘raw’, ovvero crudo (i crudisti non cuociono – piuttosto intiepidiscono per essiccare – perché le alte temperature possono alterare le proprietà organolettiche e nutrizionali dei cibi, dunque niente pasta da cuocere).

Cosa è rimasto del piatto originale? L’hanno scoperto ieri sera un folto numero di residenti della città, crudisti ‘cultural geek’ (questo il termine del momento, rubato agli anglosassoni per individuare i fedelissimi, esperti, appassionati e un po’ ortodossi) e soprattutto molti onnivori curiosi che hanno assaporato per la prima volta il piatto romano rivisitato in chiave crudista vegana in un antico palazzo storico del XIII Secolo, circondato da un meraviglioso giardino di limoni, nascosto nelle Mura Aureliane, fra la stazione Termini e San Lorenzo. Qui, una residenza privata è stata aperta per la serata, curata dalla Raw-Chef Patrizia Romeo, docente di cucina crudista vegana alla Grezzo Faculty di Roma.

Continua a leggere...

Scuola: il 14 marzo è il Pi Greco day, ministero ospita sfide e quiz

Una sfida a colpi di numeri e quiz matematici. Martedì prossimo, 14 marzo, sarà celebrato per la prima volta anche al ministero dell’Istruzione il ‘Pi Greco Day’, giornata dedicata alla costante matematica più famosa. Centinaia di scuole si sfideranno on line mentre una delegazione di studenti svolgerà le gare al Ministero dove alle 9 la Ministra Fedeli aprirà ufficialmente la manifestazione.

“Si tratta di un appuntamento molto importante. Questa manifestazione, che per la prima volta arriva al Miur – sottolinea Fedeli, che ha diffuso un video per lanciare l’iniziativa, realizzato insieme a Elisabetta Strickland, docente di matematica dell’Università ‘Tor Vergata’ – metterà al centro il rilancio della passione per lo studio della matematica. Ci saranno quiz e giochi. Avremo centinaia di scuole collegate e invitiamo le altre a partecipare numerose”.
In tutto il mondo matematici, fisici, studenti rendono omaggio al Pi Greco con una serie di iniziative organizzate per il 14 marzo, una data simbolo. Scrivendola secondo la consuetudine anglosassone di anteporre il mese al giorno, dunque 3 e 14, si ottengono infatti in sequenza i numeri del Pi Greco approssimato. Il 14 marzo coincide anche con l’anniversario della nascita di Einstein. Il Pi Greco Day è stato lanciato per la prima volta dal fisico statunitense Larry Show nel 1988, a San Francisco.

Continua a leggere...

In Europa nel 2016 auto sempre più ‘verdi’, al top Peugeot

In un contesto tutto concentrato su supercar e Suv, si è aperta la prima giornata del Salone di Ginevra. Ma tra tanta passione e concretezza il tema dell’ambiente è comunque rimasto di primo piano. L’elettrizzazione sarà il must dei Suv del futuro, come dimostrano i concept alto di gamma che oggi hanno sfilato al Palexpò, dall’Audi Q8 Sport, all’AmG Concept Gt o alla Jaguar I Pace. A guidare la scelta dei costruttori è certo una maggiore sensibilità ecologica, ma a dettare la linea sono state soprattutto le norme più stringenti in arrivo da Bruxelles, con limiti di emissioni di 95 grammi di CO2 per chilometro entro il 2021.

Uno sforzo, quello di ridurre l’impatto ambientale che, soprattutto dopo il Dieselgate, è diventato ancora più pressante per i costruttori europei, ma che sembra stia cominciando a dare i suoi frutti. Secondo i dati di Jato Dynamics, diffusi a ridosso del Salone di Ginevra, infatti, in Europa le nuove auto sono sempre più ‘verdi’. Nel 2016 le emissioni di CO2 sono scese in media dell’1,6%, attestandosi a 117,8 g/km, appena 1,4 g/Km sotto rispetto al totale del 2015. Si tratta della variazione percentuale minore degli ultimi dieci anni e questo probabilmente, non solo per la bassa crescita delle immatricolazioni di diesel nel 2016 che avrebbe prodotto più basse emissioni di Co2, come dicono gli analisti di Jato, ma anche perchè i nuovi modelli sul mercato sono sempre più eco-compatibili.

Continua a leggere...

#8marzo, Italia ultima in Ue per donne manager e gap salari

L’8 marzo è la Giornata internazionale della donna, una giornata per non dimenticare: per ricordare le discriminazioni e le disuguaglianze che ancora oggi tante donne, bambine e adulte, sono costrette a subire, e le difficoltà che si incontrano per affrontarle e superarle, ma anche per ricordare le conquiste di parità ottenute nei decenni.

Quest’anno le donne della rete “Non una di meno” hanno deciso di aderire, proprio l’8 marzo, allo sciopero globale lanciato in Argentina e poi ripreso da una quarantina di Paesi nel mondo. Le donne, dunque, si asterranno quel giorno dal lavoro e anche dalla cura, cioè dal lavoro in casa e per i figli, per ribadire il rifiuto della violenza di genere (VIDEO: ecco come sarebbe il mondo se le donne si fermassero, se lasciassero il lavoro di cura e quello produttivo)

Poi ci sono quelle donne che ogni giorno, attraverso il loro lavoro, testimoniano nel mondo il coraggio di lottare, soprattutto in quelle zone dove la disuguaglianza resta forte: eccole quelle donne che cambiano il mondo, ecco quei volti e quelle storie tutte al femminile.

Continua a leggere...

A ogni vino la sua musica, nasce il ‘sound sommelier’

Il vino non si beve soltanto, si può anche ‘sentire’. Parola di Paolo Scarpellini, che ha lanciato la nuova professione di ‘sound sommelier’ per esaltare qualità e temperamento del vino grazie alla musica più adatta alle sue caratteristiche.

Il sound sommelier – spiega Scarpellini all’ANSA – al pari del sommelier tradizionale elabora il miglior abbinamento possibile tra un vino e una composizione musicale. La modalità infatti è la medesima: al ristorante, per capire quali siano gli elementi da valorizzare oppure attenuare in una portata, il sommelier deve identificare oltre alle materie prime i componenti principali del sapore presenti per poi scegliere in abbinamento il vino dal gusto, aroma e struttura più affine. Il sound sommelier invece parte dal vino, studiandone caratteristiche naturali e organolettiche quali territorio, vitigno/blend, tipicità, invecchiamento e quindi colore, aromi, morbidezza, intensità, persistenza, acidità, tannini, grado alcolico, armonia. Identificati questi componenti, il sound sommelier ricerca nel proprio database sonoro il tipo di musica, il tipo di ritmo, il tipo di struttura e tessitura (orchestra, complesso, solista), il tipo di spettro sonoro (vocale, strumentale) come pure la tipicità (musica del territorio o meno) che si possa abbinare al meglio”.

Continua a leggere...

Allerta meteo in Puglia, raffiche di scirocco e mareggiate

Tempo ancora tranquillo sul Salento con venti meridionali in netto rinforzo nel corso della giornata e graduale aumento della nuvolosità per l’avvicinamento di una perturbazione atlantica, Xaver, posizionata sulla Gran Bretagna e che ha dato vita ad un secondo minimo, di natura orografica, sul Golfo del Leone.
Quest’ultima circolazione ciclonica, pari a 991 hPa circa, si

Continua a leggere...

Si chiama grima, nuova emozione: quando il gesso graffia la lavagna

È “nata” una nuova emozione, si chiama ‘grima’ in spagnolo (che grosso modo significa ribrezzo in italiano) ed è il fastidio che si prova ad esempio quando le unghie o il gesso graffiano la lavagna o quando il coltello “graffia” il piatto. Quel rumore fastidiosissimo è stato studiato da esperti spagnoli e tedeschi delle Università di Madrid e Konstanz rispettivamente ed è emerso essere una sensazione diversa e ben distinguibile dal disgusto, per il tipo di reazioni che suscita a livello mentale, uditivo e anche in parte cutaneo.
Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Frontiers in Psychology.
Secondo quanto riportato sul magazine britannico New

Continua a leggere...

I migliori acquisti su Internet? Li fanno le donne

Tra una lezione di stile e l’altra, le preferenze della bionda di Manhattan per lo shopping coinciderebbero ancora oggi (in modo fedele), con le più recenti statistiche sul rapporto tra le donne e il mercato. E se Carrie – un’indimenticabile Sarah Jessica Parker – oggi acquistasse online, le cose non cambierebbero gran che: le donne comprano in prevalenza abbigliamento in rete. In cima alla lista ci sono proprio le scarpe, seguite dalle borse. E chissà che faccia avrebbe fatto Vivien, splendida protagonista di Pretty Woman, se il suo Richard Gere, al posto di una carta di credito, le avesse affidato un account internet per il suo shopping…

Continua a leggere...

Ambiente: Premio Giganti di Puglia: ecco gli alberi candidati

Dopo quasi due mesi dall’inizio del concorso al premio Giganti di Puglia al miglior ulivo monumentale del 2017, facciamo un primo bilancio delle candidature pervenute sino ad ora.

Tra i candidati, abbiamo dedicato un piccolo spazio ai giganti più rappresentativi di ogni provincia. Oltre ad alcuni candidati provenienti dal Salento, che rappresenta l’area di Puglia più estesa dove incontrare i nostri amati giganti, ci sono vari rappresentanti della provincia di Brindisi, come l’ulivo “delle tre sorelle” di Masseria Mozzone e il grande ulivo di Carovigno, a due passi dal centro abitato. Grande attenzione merita “il Barone” di Masseria Fellicchie in agro di Manduria, uno dei più grandi e produttivi ulivi della provincia di Taranto. Della provincia di Bari è candidato al premio l’ulivo di Corato, un ulivo gigante della varietà coratina, mentre dall’area del Gargano ci è pervenuta la candidatura di un ulivo soprannominato “il Colosso”, che si trova in una campagna della bella piana di Mattinata in provincia di Foggia.

Continua a leggere...

Nel 2025 connessioni 5G oltre 1 miliardo

Entro il 2025 saranno più di un miliardo le connessioni 5G, il prossimo standard di comunicazione senza fili che aprirà le porte all’Internet delle cose e agli oggetti connessi. A dirlo uno studio di Gsma, l’associazione che riunisce le aziende operative nella telefonia mobile, in occasione del Mobile World Congress in corso a Barcellona.
Lo studio, dal titolo ‘L’era del 5G: un periodo di connettività illimitata e automazione intelligente?, si basa su una completa indagine a cui hanno partecipato 750 dirigenti di aziende e altre parti interessate che operano nel settore delle comunicazioni mobili. La GSMA prevede che le reti 5G commerciali saranno implementate in modo diffuso all’inizio del prossimo decennio e che forniranno la copertura a un terzo della popolazione mondiale entro il 2025. Un’altra indagine condotta da Accenture

Continua a leggere...

Mercato Metropolitano, a Londra fa tendenza il cibo italiano di qualità

Un mercato enorme a qualche fermata di metropolitana da Piccadilly Circus, dove mangiare un cibo italiano “di nicchia” come può essere la pizza di Fresco a Napoli, il gelato di Badiani a Firenze, ma anche la carne di un grill argentino, o formaggi francesi e champagne bio. Un mercato che non è solo un mercato, ma una comunità. E’ il “Mercato Metropolitano”: uno spazio nuovo, nel quartiere non ancora “gentrificato” di Elephant and Castle a forte connotazione nera ed asiatica dove le piccole case basse stanno lasciando il posto alle ruspe che sulle loro ceneri alzeranno nuovi palazzi i cui appartamenti verranno venduti a peso d’oro.
Questo “Mercato non solo mercato” definito nei giorni scorsi uno dei cinque migliori della capitale britannica da una classifica del Financial Times, è diventato un fenomeno di costume a Londra. Da settembre ad oggi vi si sono dati appuntamento ogni mese in centocinquantamila: per gustare cibo italiano (e non solo) di qualità, per guardare un film nel cinema allestito accanto allo spazio commerciale, praticare la boxe in una palestra o partecipare ad un corso collettivo di cucina ed addirittura coltivare ortaggi.

Continua a leggere...

Da coloranti ad allergeni, 6 cose da sapere sulle etichette

Come scegliere le uova bio osservando il guscio, come evitare il pane lievitato con l’aiuto dei fosfati. Spesso il cibo nasconde insidie per la salute e l’unico modo per difenderci è leggere bene l’etichetta, vera e propria carta d’identità di quello che arriva sulle nostre tavole. A offrire una guida per orientarsi tra gli scaffali dei supermercati è il libro di Enrico Cinotti “E’ facile fare la spesa, se sai leggere l’etichetta”, pubblicato da Newtono Compton. Sei i principali additivi che sarebbe meglio evitare, ma a volte nascosti dietro misteriose sigle.

Allergeni: in etichetta devono essere distinti dagli altri ingredienti “per dimensione, stile o colore”. I più noti sono latte, cereali contenenti glutine, uova, soia, frutta a guscio.
Ma anche i solfiti, riportati sul vino solo se superiori a 10 mg/l e utilizzati a volte per “correggere” la non elevata qualità della materia prima.

Edulcoranti: sostituiscono lo zucchero, hanno meno calorie ma qualche problema in più per la salute. Come l’aspartame (E951), che “secondo la Fondazione Ramazzini di Bologna può avere effetti cancerogeni, l’acesulfame K (E950) sulla quale si addensano dubbi di tossicità, il sucralosio (E955), secondo parte del mondo scientifico non proprio innocuo”, ricorda Cinotti, giornalista della rivista ‘Il Salvagente’.

Esaltatori di sapidità: il più noto è il glutammato di sodio (E621) aggiunto nei cibi spesso per mascherarne i difetti di qualità. Sono fonte di possibili allergie, tra le quali la cosiddetta “sindrome da ristorante cinese”, caratterizzata da mal di testa, vampata e affaticamento.

Continua a leggere...

A Milano il record di multe stradali, ma a Roma crolla la raccolta delle sanzioni

Sono i milanesi a sborsare di più in fatto di multe stradali. Nel 2016 hanno pagato a Palazzo Marino la bellezza di 157 milioni di euro. Una cifra enorme che però, risulta in calo del 22 per cento rispetto ai dodici mesi precedenti. Al secondo posto della classifica non c’è a sorpresa una metropoli, ma una città di medie dimensioni come Padova: la spesa pro capite per le contravvenzioni è lì di 92,30 euro. Sul terzo gradino del podio c’è infine Parma con 90,78 euro di multe per ogni persona.
In Veneto Treviso si colloca subito dopo Firenze, Bologna, Lecce, Pisa, e prima di Brindisi e Pistoia.

Continua a leggere...

Cybercrimine, il nostro anno peggiore: rapporto Clusit 2017, l’Italia preda degli hacker

IL 2016 è stato l’anno peggiore per la sicurezza informatica, per il mondo e tra i più colpiti c’è l’Italia. Per la prima volta, il nostro Paese è nella top ten degli attacchi più gravi registrati e per numero di vittime. Sono le evidenze presentate oggi con il rapporto Clusit 2017, la nota associazione per la sicurezza informatica italiana (per l’Italia i dati sono elaborati in collaborazione con il security center di Fastweb). Il rapporto arriva in un momento di passaggio per la sicurezza informatica in Italia: per la prima volta il Governo si prepara a prendere in carico direttamente il tema (finora sviluppato), con un nuovo decreto.
Cybercrimine, il nostro anno peggiore: rapporto Clusit 2017, l’Italia preda degli hacker

Continua a leggere...

La mafia diventa materia di studio alla Statale di Milano

Si parlerà di mafia e potere, Stato e democrazia. Ma anche di economia e corruzione, tutti argomenti caldi, anzi caldissimi. Il dottorato sulla criminalità organizzata è stato inserito dal Ministero della Pubblica Istruzione tra quelli “innovativi” e “a carattere internazionale”. In effetti il suo taglio sarà nuovo: è la prima iniziativa del genere in Italia.

A condurre i corsi, da domani all’Università Statale di Milano, sarà Nando dalla Chiesa, docente di Sociologia della Criminalità Organizzata presso la Facoltà di Scienze Politiche Economiche e Sociali, che nell’ateneo insegna anche Organizzazioni Criminali Globali, Sociologia e Metodi di Educazione alla Legalità, Gestione e Comunicazione di Impresa. “Non sarà una batteria di lezioni frontali, come una super-università, ma un ‘sentiero’ impegnativo e guidato: fatto di incontri, visite, viaggi e seminari”, assicura all’Adnkronos dalla Chiesa, che alla Statale dirige anche l’Osservatorio sulla Criminalità Organizzata e la “Rivista di Studi e Ricerche sulla Criminalità Organizzata”.

Continua a leggere...

Si Presentano In 165 Per Un Posto Da Spazzino. E Quasi Tutti Laureati

Elisa ha 35 anni. Il sogno nel cassetto sarebbe quello di fare l’apicultrice. Siccome però i sogni sono spesso solo desideri, oggi è ai magazzini comunali di Zero Branco, nella nebbia dell’aperta campagna trevigiana, a giocarsi, con altre 164 persone, un posto a tempo indeterminato per collaboratore tecnico al settore urbanistica e territorio, cioè giardiniere, manutentore, operatore ecologico.
Quando il geometra comunale spiega le due prime prove pratiche, sbianca: ghiaino per posa betonelle e istallazione su una piantana di segnale per dare la precedenza. Con Elisa ci sono Alice e altre ragazze: dieci in tutto. A parte una, non sanno in pratica neanche da dove cominciare.

Continua a leggere...

Sarah Scazzi: Cassazione conferma ergastolo per Cosima e Sabrina e 8 anni a Michele

Ergastolo per Sabrina Misseri e sua madre Cosima Serrano. Lo ha stabilito la prima sezione penale della Cassazione confermando la sentenza di primo e secondo grado per la morte di Sarah Scazzi ad Avetrana il 26 agosto 2010.

La I sezione penale della Cassazione ha anche confermato la condanna a otto anni per Michele Misseri per la soppressione del cadavere di Sarah Scazzi, morta ad Avetrana il 26 agosto 2010. La Corte ha poi ritoccato al ribasso di un anno la pena per il fratello di Michele, Carmine Misseri, riducendola a quattro anni e 11 mesi.

Ieri il sostituto pg Fulvio Baldi poco prima aveva sostenuto la colpevolezza delle due imputate al di là di ogni ragionevole dubbio. “Sono convinto della ricostruzione colpevolista della sentenza d’appello”, basata su elementi certi; i giudici tarantini, ha detto il rappresentante dell’accusa, “hanno fatto a meno” delle dichiarazioni e dei ripensamenti del contadino di Avetrana. “Sabrina – è la ricostruzione del movente secondo il magistrato – era in uno stato di agitazione e nervosa frustrazione, accusava Sarah di aver contribuito alla fine della storia con Ivano Russo, di aver rivelato dettagli della sua condotta sessuale gettando discredito su di lei e sulla sua famiglia. La madre solidarizza, con un atteggiamento da ‘madre del Sud’. Ne nasce una discussione in cui Sarah risponde da 15enne, scappa via, ma riescono a raggiungerla per darle la lezione che merita, una lezione evidentemente assassina. Poi danno ordine a Michele Misseri di disfarsi del corpo”.

Continua a leggere...

Consumi, 4 italiani su 10 nel 2016 hanno fatto la spesa dal contadino

Nel 2016 più di 4 italiani su 10 (43%) hanno fatto la spesa dal contadino, nei cosiddetti mercati degli agricoltori, con un aumento record del 55% negli ultimi 5 anni e in netta controtendenza rispetto al calo dei consumi alimentari dovuto alla crisi. È quanto emerge dall’indagine Campagna Amica su dati Ipr marketing presentata a Roma da Coldiretti all’apertura di un nuovo mercato degli agricoltori di Campagna Amica all’Auditorium Parco della Musica via P. De Coubertin, dopo lo sfratto dal Circo Massimo.

Continua a leggere...

Gatti, una sconfinata passione. Dall’arte alla moda la nostra cat-mania 17 febbraio Festa del gatto, ecco perchè

I gatti, una passione immensa per milioni di persone. Da 27 anni in Italia è stata dedicata loro una giornata: il 17 febbraio infatti si festeggia il World Cat Day, data non casuale, scelta nel 1990 attraverso un sondaggio della rivista Tuttogatto che ha eletto come mese favorito febbraio, mese dell’Acquario, ovvero degli spiriti liberi, e delle streghe, creature magiche come i gatti, mentre il 17 (1×7) ricorda le sette vite di cui questi felini godono.

La stessa festa, riconosciuta in tutto il mondo, cade in giorni differenti a seconda del Paese considerato. Per esempio l’America rende omaggio gli amici baffuti l’8 agosto di ogni anno.

Ma sono i numeri a raccontare il grande amore che gli italiani nutrono per questi esemplari a quattro zampe. Uno su tre infatti condivide la propria vita con un animale domestico (33%), secondo il Rapporto Italia 2017 di Eurispes, e tra questi quasi la metà (40,8%) ospita proprio un gatto.

Continua a leggere...

Andare a ‘Casa di Lucio’, porte aperte residenza Dalla a Bologna

Se per poterla vedere in maniera stabile si dovrà aspettare ancora – ma il progetto, assicurano dalla Fondazione, “è sempre vivo” – dal 2 al 4 marzo torna ad aprire le proprie porte al pubblico quella camera delle meraviglie che è la Casa di Lucio Dalla al numero 15 di via D’Azeglio. E lo fa, nel quinto anniversario della morte dell’artista, ‘allargandosi’ ad altri luoghi della vita bolognese e della poetica di Lucio Dalla con il progetto ‘A Casa di Lucio va in città’, promosso dalla Fondazione Lucio Dalla, Elastica e Cna Bologna in collaborazione con la Camera di Commercio e sotto il patrocinio di ministero di beni culturali e turismo e Comune di Bologna e il sostegno di Banca di Bologna.

Continua a leggere...

San Valentino e la violenza sulle donne, a Roma la mappa dei commissariati vicino alla metro

Una mappa dei Commissariati di Roma tutti raggiungibili a piedi a meno di un chilometro dalle fermate della metropolitana, per invitare le donne vittime di violenza domestica a denunciare il proprio aguzzino e “scendere” il prima possibile da un amore sbagliato, un amore che tale non è.

L’iniziativa “Se l’Amore fa male, ora sai dove scendere” lanciata, in occasione di San Valentino, da Maria Beatrice Alonzi e Giulia Soi, in collaborazione con la Polizia di Stato e la SITI – Scuola Internazionale di Teatro all’Improvviso, è accompagnata da un video.

“Ci sono giorni in cui, più che in altri, dimentichiamo cosa possa succedere tra le mura delle case che non conosciamo”, dicono le autrici dell’iniziativa, “dimentichiamo di guardare le ragazze, le donne, che ci passano accanto, che sembrano uguali alle altre ma sembrano e basta: perché sono molto più sole. La solitudine dà loro la sensazione di non poter cambiare le cose, il mondo nel quale vivono”.

Continua a leggere...