I 15 migliori posti dove viaggiare low cost in Europa

L’Europa può essere economica, sapendo dove andare. Queste sono le 15 migliori mete low cost in Europa.

1. Grecia

Se pensiamo alla Grecia, la prima cosa che viene in mente alla stragrande maggioranza delle persone sono le sue famose isole paradisiache, bagnate dalle acque del Mar Mediterraneo e del Mar Egeo e popolate da edifici bianchi immacolati.

Se quello che stai cercando è solo questo, navigando attraverso di loro, allora la Grecia non è più una delle destinazioni economiche in Europa, poiché i costi di vitto e alloggio in queste famose destinazioni sono chiaramente molto alti.

Se tralasciamo le isole più turistiche come Creta, Santorini e Mykonos, i costi per viaggiare internamente alla Grecia sono notevolmente ridotti. È qui che conoscerai la vera cultura greca che non è fatta per il turismo di massa, dove potrai sederti in una delle tipiche caffetterie e goderti il miglior cibo greco a prezzi locali.

La regione del Peloponneso, dove si trovano Kalamata (famosa per le sue olive) e la mitica Sparta; e la regione della Macedonia , con capoluogo Salonicco, sono due zone del paese attraverso le quali si può viaggiare molto a buon mercato.

2. Sofia, Bulgaria

Sofia è stata modernizzata nell’ultimo quarto del XIX secolo con un’architettura che mescola stili neoclassici e neorinascimentali.

Tra gli edifici più importanti di questo periodo ci sono la Galleria d’Arte Nazionale e il Museo Etnografico Nazionale, il Teatro Nazionale Ivan Vazov, l’Assemblea Nazionale e l’Accademia delle Scienze Bulgara.

Gli edifici religiosi molto più antichi sono dominati dalla Chiesa di Santa Sofia, dalla Chiesa di San Giorgio e dal monumento-cattedrale di Sant’Alexander Nevski, il principale esponente mondiale dell’architettura religiosa ortodossa.

Hotel interessanti a Sofia, come il Diana, il Galant e il Bon Bon, hanno prezzi intorno ai 30 euro.

3. Belgrado, Serbia

Belgrado è stata una delle città più punite durante la guerra nella penisola balcanica ed è rinata dalle sue ceneri.

Belgrado ha un fascino che condivide solo con altre due capitali europee, Vienna e Budapest. Queste sono le uniche tre capitali in Europa sulle rive del leggendario Danubio.

L’architettura della capitale della Serbia, in cui spiccano il Museo Nazionale, la Chiesa di San Marco e il Tempio di San Sava, si è ripresa a tal punto che Belgrado è paragonata a Berlino.

Un buon hotel a Belgrado, come House 46, costa 26 euro e ce ne sono di più economici

4. Sarajevo, Bosnia-Erzegovina

Anche la capitale bosniaca fu devastata dalla guerra balcanica ma riuscì a riprendersi per continuare ad essere la “Gerusalemme d’Europa”, così chiamata per le diverse credenze religiose che ospita.

I simboli architettonici di cui sopra sono la Cattedrale Cattolica del Sacro Cuore, la Cattedrale Ortodossa, la Moschea Ferhadija e la Madrasa.

Altri luoghi di particolare interesse di Sarajevo sono il Tunnel della Guerra, il Sebilj, il Parco Veliki, i Saraci e il centro storico.

A Sarajevo puoi stabilirti in un hotel o in una pensione per tariffe che vanno dai 25 ai 40 euro.

5. Riga, Lettonia

Per un appartamento molto vicino al centro di Riga si possono pagare 18 euro, mentre le camere d’albergo hanno un prezzo compreso tra 24 e 30 euro.

A Rica vi è un maestoso centro storico, dichiarato Patrimonio dell’Umanità.

Rimasta pressoché anonima durante l’era sovietica, negli ultimi 25 anni Riga è stata modernizzata e abbellita, recuperando la sua splendida architettura Art Nouveau.

Tra le costruzioni più importanti della “Parigi del Nord” ci sono l’antica cattedrale, la Chiesa di San Pedro, la cattedrale ortodossa, la Chiesa della Santissima Trinità e il Monumento alla Libertà.

6. Bucarest, Romania

Se viaggi da solo in Romania, potresti non osare visitare il castello di Dracula in Transilvania, ma la capitale rumena, Bucarest, è sufficiente da sola per regalarti una vacanza magnifica.

Bucarest è un reliquiario dei vari stili architettonici che sono passati per il paese, come il neoclassico, il Bauhaus e l’Art Déco, senza scartare il modello pesante dell’era comunista, simboleggiato dal Palazzo del Parlamento, il secondo edificio più grande del mondo dopo il Pentagono.

Tra gli edifici e i monumenti di Bucarest spiccano l’Ateneo Romeno, il Palazzo CEC, l’Arco di Trionfo e il Museo Nazionale d’Arte.

A Bucarest puoi soggiornare nel lusso all’Hotel Parliament per 272 euro a notte, o al confortevole Hotel Venezia per soli 45 euro. Tra questi estremi ci sono tutti i tipi di opzioni.

7. Cracovia, Polonia

Cracovia è stata la capitale culturale della Polonia sin dai tempi in cui era anche la sua capitale politica. La Città Vecchia di Cracovia è stata dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO nel 1978 ed è sede di splendidi edifici per stupire i turisti amanti dell’architettura.

Alcune di queste costruzioni sono il Castello Reale, la Basilica di Santa Maria, il Castello e la Cattedrale del Wawel e l’imponente Sala del Tessuto.

I tour partono da Cracovia per vedere il famigerato campo di concentramento di Auschwitz del periodo dell’occupazione nazista e le miniere di sale di Wieliczka.

A Cracovia puoi soggiornare in un hotel o in un appartamento pagando tra i 30 ei 40 euro.

8. Lubiana, Slovenia

La poco citata capitale slovena è una città affascinante, attraversata da strade acciottolate e costellata di fortezze, templi, ponti, piazze, parchi e giardini.

Alcune delle costruzioni più emblematiche sono il Castello di Lubiana, la Cattedrale di San Nicola, la Chiesa dell’Annunciazione, il Tempio di San Pietro e il Ponte dei Draghi.

Tra gli spazi esterni spicca la Fontana Robba, ispirata a Piazza Navona a Roma ; Parco Tivoli, Parco Miklosic e Piazza della Repubblica.

A Lubiana puoi soggiornare comodamente con tariffe a partire da 57 euro.

9. Tallinn, Estonia

L’attuale capitale estone è stata successivamente controllata da danesi, tedeschi, zaristi russi e sovietici, fino all’indipendenza del paese nel 1991, e tutte queste occupazioni hanno lasciato il segno nel paesaggio urbano.

La cattedrale Alexander Nevski è un superbo esempio di architettura ortodossa della tarda epoca zarista.

Il Palazzo e i giardini di Kadriorg, la piazza principale, il Museo della banca estone, il teatro NO99, la pittoresca e trafficata via Rataskaevu, le antiche porte della città murata medievale e il giardino botanico sono luoghi da non perdere a Tallinn.

Non dimenticate di bere un Vana Tallinn e mangiare un cioccolato Kalev e delle mandorle dolci, simboli gastronomici della città. A Tallinn ci sono offerte di alloggio a partire da 35 euro.

10. Lione, Francia

Parigi potrebbe essere più famosa, ma la migliore città francese per il divertimento a basso budget è Lione, a causa dell’enorme percentuale di studenti universitari nella sua popolazione.

Con il divertimento notturno assicurato, non resta che dedicare la giornata alle tante attrazioni offerte dalla bellissima città situata alla confluenza dei fiumi Rodano e Saona.

Il quartiere medievale e rinascimentale di Vieux Lyon, il quartiere La Croix-Rousse; e la collina di Fourvière, con il teatro romano e la Basilica Notre-Dame de Fourvière, sono luoghi di massimo interesse.

Non si può andare a Lione senza aver assaggiato la zuppa di cipolle e le quenelle, emblemi della cucina lionese.

Nella terza città più popolosa della Francia, hai una vasta gamma di hotel, a partire da circa 60 euro.

11. Varsavia, Polonia

Bombe e proiettili di artiglieria tedeschi e alleati hanno colpito la capitale polacca in modo particolarmente duro durante la seconda guerra mondiale, ma gli splendidi monumenti, templi e castelli della città eroica sono stati restaurati per il divertimento dei turisti.

Attualmente puoi dormire sonni tranquilli a Varsavia in ottimi hotel a partire da 45 euro, come il Radisson Blu Sobieski e l’MDM Hotel City Center.

La cancelleria, il Palazzo sull’Acqua, la Chiesa di Santa Maria, il Gran Teatro Wielki, il Palazzo Potocki, l’Accademia di Belle Arti, il Museo di Storia Ebraica, il Giardino Sassone e la Sirena di Varsavia, costituiscono un elenco minimo di attrazioni da conoscere a Varsavia.

12. Porto, Portogallo

Il Portogallo è una delle destinazioni più economiche d’Europa e Porto è una delle sue città più interessanti. Gli appassionati di caffè saranno particolarmente contenti nella città situata sulle rive del Douro, perché i residenti di Porto lo bevono liberamente e i prezzi sono economici.

I monumenti più rappresentativi sono la Cattedrale, il Palacio de la Bolsa, la Chiesa e la Torre de los Clérigos e il Palazzo Vescovile.

La passeggiata obbligatoria lungo il Duero costa 10 euro. Inoltre, da provare anche le “tripas a la portuense”, il piatto tipico del paese, chiudendo ovviamente con un bicchiere di Porto, il famoso vino locale.

Come in ogni grande città, a Porto ci sono hotel costosi ed economici, dall’Intercontinental Porto Palacio, per 397 euro, a opzioni di 45 euro, come il Moov Porto Norte.

13. Praga, Repubblica Ceca

Se vai a Praga con un budget da backpacker, puoi trovare ostelli nell’ordine di 10 euro. Anche nella capitale ceca ci sono hotel confortevoli e centrali nell’ordine di 48 euro, come il Jerome House.

Mangiare fuori è anche economico a Praga, con pasti al ristorante a partire da 6 euro, inclusa una pinta di birra .

A queste attrazioni economiche, la città sulle rive della Moldava aggiunge il suo fascino architettonico che l’ha collocata tra le 20 città più visitate al mondo.

Nella città bohémien vi aspettano la Basilica di San Giorgio, il Castello di San Vito, il Castello di Praga, la Torre delle Polveri e il Vicolo dell’Oro e dell’Alchimia.

Allo stesso modo, la casa natale di Franz Kafka, il Ponte Carlo, la Chiesa di San Nicola, il Monastero di Strahov, la Chiesa di Nostra Signora di Týn e la Casa Danzante.

14. Berlino, Germania

Berlino può essere molto costosa o molto economica, a seconda di dove soggiorni. Se decidi di stabilirti al Ritz-Carlton Berlin, per 220 euro, significa che sei a tuo agio, ma nella capitale tedesca puoi trovare anche hotel a 24 euro e ostelli a 8 euro.

Essendo la Germania un paese così birraio, gli spumanti berlinesi non sono i più economici d’Europa, ma la cosa è compensata dal gran numero di musei e luoghi di interesse a prezzi ragionevoli o gratuiti. Inoltre, una giornata di trasporto pubblico costa 2,3 euro.

A Berlino puoi vedere il famoso muro che divise la città durante la Guerra Fredda, la Porta di Brandeburgo, il Reichstag, la Torre della Televisione e l’affascinante viale Unter den Linden (Sotto i Tigli).

15. Tbilisi, Georgia

La capitale georgiana si è ora ripresa dall’anonimato sovietico ed è diventata una nuova destinazione turistica europea.

Nella città caucasica si trovano comodi hotel della linea da 50 euro, come il Demi, l’Urban e il New Metekhi, ma anche ostelli e ostelli adatti al portafoglio del viaggiatore con lo zaino.

La Cattedrale della Santissima Trinità, la Fortezza di Narikala, la Piazza della Libertà, il Parlamento e il Teatro dell’Opera sono bellissime attrazioni di Tbilisi.

In ogni città ti abbiamo fornito dei riferimenti al costo dell’alloggio. Per le altre spese (cibo, trasporti in città, turismo e varie) dovresti prenotare tra 40 e 70 dollari al giorno nelle città dell’Europa orientale e dei Balcani e tra 70 e 100 dollari al giorno nell’Europa occidentale.

I budget minimi presuppongono che tu prepari il tuo cibo e il massimo considera di mangiare in ristoranti modesti. A un punto intermedio ci sarebbe la possibilità di acquistare cibo da asporto.

Buon viaggio!

Lascia un commento